UNIVERSITA’/ Genova, occupata la stazione Principe. Manifestazione non autorizzata

- La Redazione

A Genova manifestazione studentesca non autorizzata

manifestazioni_studenti_universitaR400

Circa mille studenti delle medie superiori hanno occupato cinque binari della stazione Principe di Genova. Sono riusciti ad aggirare i cordoni di polizia e a fermare il traffico nella seconda stazione del capoluogo ligure.

La manifestazione studentesca di oggi a Genova non è autorizzata, la polizia segue i cortei senza intervenire. Gli studenti hanno poi lasciato la stazione e si sono recati in via Balbi dove c’è la sede del rettorato. Il prorettore vicario, Maurizio Martelli, in assenza del rettore, Giacomo Deferrari, ha incontrato i manifestanti. Uno scontro verbale duro.

“Spiegateci perché questa riforma è buona, come dice il rettore. Una riforma che darà più potere ai baroni, che metterà gli atenei in mano ai privati e a un monarca assoluto, il rettore. In tutta Italia stanno protestando contro l’iniquità di questo ddl e il rettore lo applaude, noi vogliamo dire no” hanno tuonato i manifestanti.

Il corteo è stato organizzato da precari e appartenenti all’Unione degli studenti. Una bandiera della Figc è stata contestata, gli studenti non vogliono nessun simbolo politico. Nella centrale via Gramsci dove sono passati gli studenti traffico nel caso più totale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori