MORTO BERARDINO LIBONATI/ L’avvocato e dirigente d’azienda è stato stroncato un infarto

- La Redazione

 E’ morto Berardino Libonati, avvocato, dirigente d’azienda e professore universitario.

libonatiR400

E’ morto Berardino Libonati, avvocato, dirigente d’azienda e professore universitario.

E’ morto, nella notte tra il 29 e il 30, stroncato da un infarto, Berardino Libonati. Nato l’8 marzo del ’34, è stato avvocato, dirigente d’azienda e professore universitario. Ha insegnato diritto commerciale all’Università La Sapienza di Roma, ed è stato presidente della Banca di Roma. In veste di avvocato ha difeso l’Italia davanti alla Corte Internazionale di Giustizia dell’Aja nel caso Raytheon-Elsi. Tra i numerosi incarichi, è stato membro del CdA di Mediobanca dal 2001 e di quello di Pirelli dal 2005. E’ stato, dal ’96 presidente del Cda Swiss Re Italia e consigliere d’amministrazione di Nomisma dal maggio 2003.

CLICCA >> QUI SOTTO PER CONTINUARE A LEGGERE L’ARTICOLO

 
Oltre che della Banca di Roma è stato presidente del Banco di Sicilia, di Telecom Italia, di TIM, vicepresidente di Unicredit e sindaco – in seguito alle inchieste di Mani pulite – dell’Eni. Il 9 febbraio del 2007 è stata nominato presidente di Alitalia dal Ministro dell’Economia Tommaso Padoa Schioppa. In seguito al fallimento del bando di gara per la privatizzazione si dimette. Lo sostituisce Maurizio Prato.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori