ROMA/ Raggio laser contro una materna: due bambini in ospedale

- La Redazione

Un raggio laser molto potente, da un mese, sta creando il panico in una scuola materna di Roma

BAMBINOPIANGEr400
Immagine d'archivio

Un raggio laser molto potente, da un mese, sta creando il panico in una scuola materna di Roma.

Un pazzo, un malintenzionato, oppure un bambino che non sa quello che sta facendo (anche se quest’ultima ipotesi pare la meno verosimile): non si sa chi sia l’autore del gesto che, da alcuni giorni sta provocando il panico nella scuola materna “Falcone e Borsellino” di piazza Bologna, a Roma. Sta di fatto che le maestre hanno sollecitato l’intervento urgente dei carabinieri, perché la situazione è allarmante: qualcuno, da un mese, da una finestra di uno dei palazzi posti di fronte all’asilo, continua a puntare un potente raggio laser sui bambini di una classe del secondo piano. Una ventina di giorni fa due bambini sono stati colpiti agli occhi ed è stato necessario trasportarli d’urgenza al Pronto soccorso, dove è riscontrato loro delle lesioni alla cornea. Ieri mattina, un bambino, già colpito in passato è stato raggiunto di nuovo dal raggio laser, e portato in ospedale con gli occhi gonfi.

CLICCA >> QUI SOTTO PER CONTINUARE A LEGGERE L’ARTICOLO

 
«Siamo molto preoccupati. Quando è successo il primo episodio, abbiamo pensato a un caso isolato. Ma oggi il raggio è tornato e non sappiamo se si tratti del gesto di un pazzo o di un bambino alle prese con un giocattolo pericoloso», ha dichiarato il presidente del consiglio d’istituto, Giampaolo Cutonilli. «La portata del raggio laser – ha aggiunto – infatti, è molto ampia ed è escluso che possa trattarsi di un oggetto in commercio. Visto che il raggio può provenire soltanto da alcuni appartamenti che si affacciano su via Cremona sollecitiamo le autorità pubbliche ad intervenire prontamente per far luce su questa vicenda».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori