BRESCIA/ Immigrati sulla gru: scontri con la polizia e i carabinieri

- La Redazione

Continuano le proteste degli immigrati sulla gru di Via San Faustino, a Brescia.

grubresciaR400

Continuano le proteste degli immigrati sulla gru di Via San Faustino, a Brescia.

Proseguono, a Brescia, le proteste degli immigrati sulla gru di via San Faustino. Ai piedi dell’apparecchiatura per l’edilizia, tuttavia, è stato sgomberato dalla polizia il presidio che sostiene i manifestanti, sul bracco meccanico da ormai dieci giorni. Al centro della protesta, la sanatoria definita truffa: gli immigrati, dopo complicati passaggi burocratici, estenuanti file in questura o alla posta, e spese, per loro, non sostenibili, si sono visti rifiutare dal datore di lavoro la firma necessaria per concludere l’iter e ottenere il permesso di soggiorno. La polizia e i carabinieri sono intervenuti alle 6 di mattina per sgomberare il presidio. Si sono verificati, nel corso dell’azione delle forze dell’ordine, episodi di violenza, con calci pugni e insulti. Alla fine 50 persone sono state condotte in questura. Tra di loro, anche il presidente dell’associazione Diritti per Tutti, Alberto Gobbi.

CLICCA >> QUI SOTTO PER CONTINUARE A LEGGERE L’ARTICOLO

«Non vogliamo queste cose, siamo qui per i nostri diritti ma se proseguiranno con queste azioni non staremo a guardare»: lo ha dichiarato uno dei manifestanti sulla gru, Arun, a radio Cnrmedia. «Hanno picchiato anche le donne – ha aggiunto – e poi hanno portato via tutti, non siamo per la violenza, ma non abbiamo più la calma, abbiamo perso la pazienza, se vedremo i poliziotti avvicinarsi a noi o continuare a picchiare i nostri amici lanceremo verso di loro qualsiasi oggetto che troviamo qui nella gru dove siamo. A questo punto non abbiamo più niente da perdere». Intano, il neosegretario della Cgil Susanna Camusso si è detta intenzionata a contattare il ministro dell’Interno Roberto Maroni per trovare una soluzione, mentre la Curia bresciana e il sindacato stanno tentando una mediazione. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori