LECCE / “Medici non sniffate cocaina”, circolare affissa in bacheca dal direttore di un ospedale

- La Redazione

Il caso di Galatina finisce in Procura

cocaina_R375

“Medici non sniffate cocaina”. Il direttore sanitario del Santa Caterina Novella di Galatina (Lecce) ha affisso nella bacheca dell’ospedale questo singolare monito ai dipendenti. Una circolare che ora è finita in Procura.

L’iniziativa del direttore Giuseppe De Maria nasce da alcune segnalazioni anonime, che riguardavano i medici dell’ospedale, accusati di consumare cocaina durante l’orario di lavoro. Da qui il gesto dell’affissione in bacheca della circolare.

Appena saputo del caso, Guido Scoditti dell’Asl di Lecce ha inviato gli atti alla magistratura. Perché faccia luce sugli eventuali medici tossicomani. Allo stesso tempo, l’Asl della città salentina potrebbe prendere provvedimenti nei confronti del direttore sanitario di Galatina per le modalità di intervento usate dal dirigente medico.

CLICCA QUI SOTTO PER CONTINUARE A LEGGERE L’ARTICOLO 

SUI MEDICI ACCUSATI DI SNIFFARE COCAINA 

“Quest’ufficio è tenuto a richiamare chi eventualmente ne facesse uso, ad astenersi durante il lavoro e a intraprendere un idoneo programma di disintossicazione. Stante il tipo di sostanza, non dovrebbe essere così difficile”. Così De Maria apostrofava i medici nell’avviso messo in bacheca.

 

“Era necessario che io inviassi gli atti alla Procura – afferma invece Scoditti – perché un fatto del genere che é di una gravità impensabile se accertato, implica reati rilevanti. Per quanto riguarda De Maria certamente ha sbagliato, non avrebbe dovuto fare quella circolare, ma informarmi direttamente”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori