BLACK BLOCK/ Chi sono i vandali che hanno distrutto Roma – La scheda e le caratteristiche del movimento

- La Redazione

La scheda sul movimento nato in Germani negli anni ’80 che ha tra le sue caratteristiche principali il vandalismo e la distruzione.

1236418329957_1

La scheda sul movimento nato in Germani negli anni ’80 che ha tra le sue caratteristiche principali il vandalismo e la distruzione.

Il loro intento è distruggere, la violenza è la forma naturale della protesta, il disordine il suo strumento. Credono che i loro atti siano sempre e comunque giustificati dai loro ideali alti. I quali, in genere, si riassumo in approssimative dottrine anticapitalistiche mescolate ad un generico marxismo. Sono i black block, termine inizialmente usato per descrivere una tattica di protesta urbana, oggi utilizzato per definire individui accomunati da caratteristiche estetiche e strategiche, più che da un’unità di intenti.

Nati in Germania negli anni ’80, dall’esperienza della sinistra extraparlamentare, sotto l’egida ideologica dell’antinuclearismo, sono oggi diffusi in gran parte del mondo. Una delle loro principali caratteristiche, consiste nell’indossare vestiti e maschere neri. Per non farsi riconoscere e dare l’idea, visti tutti assieme, di un’amalgama unito e aggressivo. Trattandosi, teoricamente, di movimenti spontanei, al quale nel corso delle manifestazioni si può aggiungere chiunque lo voglia, quella della “divisa” non è una regola.

CLICCA >> QUI SOTTO PER CONTINUARE A LEGGERE L’ARTICOLO

 
Tra gli altri tratti distintivi, la creazione di barricate, il marciare compatto, l’impiego sistemico del vandalismo o l’infiltrarsi tra i manifestanti pacifici per creare disordini. In Italia, oltre che nel corso della manifestazione di Roma, dove si sono scontrati con le forze dell’ordine e creato danni – come ha dichiarato il sindaco della Capitale Alemanno – tra i 15 e i 20 milioni di euro, i black block si sono resi noti al grande pubblico per i tristi episodi di Genova; quando, nel corso del G8 del 2001 misero letteralmente messo a ferro e fuoco la Città: decine e decine di vetrine infrante, cassonetti rovesciati e auto date alla fiamme.

 

Di recente, poi, ad Atene, hanno preso d’assalto le sedi di alcune banche e si sono scontrati con la polizia. In Inghilterra, poi, mentre era in corso una manifestazione pacifica contro la riforma delle tasse universitarie, hanno assaltato e provocato numerosi danni, con altre decine di studenti, alla Millibank Tower,sede dei Tory.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori