YARA GAMBIRASIO/ Gli investigatori avanzano l’ipotesi che Yara sia viva, rapita da una banda organizzata

- La Redazione

Non solo per i genitori ma anche per gli investigatori si segue la pista del rapimento di Yara da parte di una banda. Yara potrebbe quindi essere ancora viva

yara_ginnasticaR400

Yara Gambirasio, l’ipotesi che Yara sia viva, rapita da una banda organizzata – A 33 giorni dalla scomparsa di Yara si avanza l’ipotesi di una banda che abbia rapito la ragazza di Brembate di Sopra. È questa la tesi sostenuta dai genitori Gambirasio e la pista battuta dagli investigatori. Sarebbe sbagliato, sostiene che conduce le indagini, cercare nelle parole dei genitori di Yara, che pensano alla figlia come se fosse viva, dei sospetti su qualcosa o qualcuno. Di certo, se con un dispiegamento eccezionale di forze, mai visto prima in nessun sequestro, non è stato trovato niente che riconducesse a Yara, questo può voler dire che la ragazzina è stata portata via da qualcuno che non è un dilettante.

400 chilometri quadrati sono stati setacciati, con indagini a tappeto e mirate e un ampio dispiegamento di uomini (5mila tra forze dell’ordine, protezione civile e esercito di volontari). Del resto, un mese di ricerche senza risultati fa pensare a un’azione condotta da una o più persone organizzate che sapevano dove e come nascondere la ragazza. Resta però l’incognita sulle motivazioni nel caso di un rapimento: nessuna richiesta è pervenuta ai genitori di Yara, la cui situazione economica non giustificherebbe un’estorsione.

CLICCA >> QUI SOTTO PER CONTINUARE A LEGGERE L’ARTICOLO SU YARA, ANCORA VIVA PER GLI INVESTIGATORI, CHE INDAGANO SULL’IPOTESI DI UNA BANDA
 

Resta esclusa anche l’ipotesi di ritorsione contro famigliari. Una tesi che rimane aperta, invece, è quella di un errore di sequestro, come sospetta il padre Gambirasio.
Le testimonianze raccolte finora scarseggiano. Enrico Tironi come gli altri due testi parlano di due persone che sarebbero state viste vicino a Yara il giorno della scomparsa. Non si potrebbe trattare in questo caso di due capitati per caso: la testimonianza di Tironi è ritenuta attendibile, quindi le due persone citate potrebbero essere parte o loro stessi una banda di sequestratori.
Intanto polizia e carabinieri indagano sulle migliaia di telefonate transitate sulle celle di Brembate e Mapello il 26 novembre, ma avanza sempre più l’ipotesi anche da parte di chi conduce le indagini che Yara sia ancora viva. Resta da capire chi abbia avuto interesse a sottrarla per così tanto tempo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori