MICHELE GIORDANO/ E’ morto l’ex arcivescovo di Napoli, aveva 80 anni

La scomparsa di Michele Giordano, ex arcivescovo di Napoli

03.12.2010 - La Redazione
giordano_R400

Michele Giordano, ex arcivescovo di Napoli è morto nella notte. Era ricoverato all’ospedale Monaldi di Napoli da qualche giorno dopo essere stato colto da malore. Le sue condizioni erano migliorate ma nella notte di ieri erano giunte complicazioni respiratorie e cardiache.

La salma è stata trasferita nella cappella dell’ospedale Monaldi dove l’arcivescovo di Napoli, Crescenzio Sepe, celebrerà una messa. Giordano si era dimesso nel 2006 dalla sua carica per raggiunti limiti di età, come prevede il codice canonico. Era stato arcivescovo di Napoli a partire dal 1987. Nata a Sant’Arcangelo, in provincia di Potenza, Giordano era stato ordinato sacerdote nel 1953.
 

Parroco a Scanzano, successivamente è stato vicario generale della diocesi di Tursi-Lagonegro, quindi vescovo di Matera, nonché amministratore delle diocesi di Gravina e Irsina, prima di essere trasferito a Napoli, da papa Giovani Paolo II, che lo creò cardinale nel 1988.

La diocesi di Napoli è la terza più grande d’Italia, durante la sua missione l’aveva visitata più volte. Nel 1990 invitò a Napoli papa Giovanni Paolo II, che volle visitare la diocesi, non tralasciando alcuni quartieri a rischio, come quelli di Scampia. Coinvolto in due inchieste giudiziarie avviate nel 1988 (la prima su un presunto giro di usura in Val d’Agri e la seconda su alcuni abusi edilizi in proprietà della diocesi di Napoli), Giordano è stato successivamente assolto con formula piena da ogni accusa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori