YARA GAMBIRASIO/ Video – Rilasciato il marocchino accusato del sequestro e dell’omicidio

- La Redazione

Il marocchino di 22 anni accusato dell’omicidio di Yara Gambirasio è stato rilasciato. Uscendo dal carcere, è riuscito a eludere flash e telecamere.

yara_ginnasticaR400
Pubblicità

Il marocchino di 22 anni accusato dell’omicidio di Yara Gambirasio è stato rilasciato. Uscendo dal carcere, è riuscito a eludere flash e telecamere.

E’ stato scarcerato Mohamed Fikri, il marocchino di 22 anni accusato dell’omicidio e del sequestro di Yara Gambirasio, la 13enne scomparsa il 26 novembre da Brembate di Sopra, nel bergamasco. Eludendo flash e telecamere, si è allontanato a bordo di un furgone, probabilmente della polizia penitenziaria. Il giovane ora chiederà un risarcimento per ingiusta detenzione. Il rilascio è avvenuto su ordine del gip di Bergamo Vincenza Maccora che nonostante abbia convalidato il fermo ha riconosciuto che la situazione indiziaria dell’indagato è cambiata rispetto a due giorni fa, quando è stato preso su una nave diretta, da Sanremo, al Marocco.

CLICCA >> QUI SOTTO PER CONTINUARE A LEGGERE L’ARTICOLO CON IL VIDEO DELLA “BEFFA” AI GIORNALISTI

A far propendere per la sua cattura era stata l’intercettazione di una frase scorrettamente interpretata: secondo la versione di 3 dei sette consulenti, avrebbe, infatti detto «Allah mi perdoni, non ho ucciso». Si trattava, in verità, di un imprecazione per la stizza di non aver ricevuto risposta, al telefono, da parte di una persona che aveva cercato di contattare. La persona in questione come infatti, raggiunta dagli inquirenti, ha confermato, doveva al marocchino 2mila euro.

 

Pubblicità

CLICCA >> QUI SOTTO PER  IL VIDEO DELLA "BEFFA" AI GIORNALISTI

GUARDA IL VIDEO 

 

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità

I commenti dei lettori