SANTO DEL GIORNO/ Nove dicembre: S. Giovanni Diego Cuauhtlatoatzin

- La Redazione

Oggi la Chiesa Cattolica celebra S. Giovanni Diego Cuauhtlatoatzin. Proclamato santo da Giovanni Paolo II nel 2002

SGiovanniDiegoCuauhtlatoatzinr400
Pubblicità

Oggi la Chiesa Cattolica celebra S. Giovanni Diego Cuauhtlatoatzin. Proclamato santo da Giovanni Paolo II nel 2002, era un azteco convertito al cristianesimo al quale, il 9 dicembre nel 1531 apparve la Madonna a Guadalupe, sulla collina di Tepeyac, in Messico. La Vergine di Guadalupe viene, altresì, celebrata il 12, giorno dell’ultima apparizione. Cuauhtlotatzin era il suo nome prima della conversione – quando assunse quello cristiano di Juan Diego – e significava “colui che parla come un’aquila”.

Fu tra i primi autoctoni a ricevere il battesimo e, con lui, la moglie Malintzin, che prese a sua volta il nome di Maria Lucia. La donna morì dopo solo 4 anni di matrimonio e Giovanni Diego decise di dedicare interamente la sua vita a Dio. In seguito all’apparizione mariana, per 17 anni visse in una casetta fatta costruire dal vescovo Zumàrraga a fianco della cappella eretta in onore della Vergine di Guadalupe.

CLICCA >> QUI SOTTO PER CONTINUARE A LEGGERE L’ARTICOLO

La Chiesa, per santificarlo, ha ritenuto necessario, come di prassi un secondo miracolo, oltre l’apparizione della Vergine: ritenne che per sua intercessione, il ventenne messicano Juan José Barragan Silva, che tentò di suicidarsi a Città del Messico il 3 maggio del 1990, ebbe salva la vita. Il giovane si era lanciato da dieci metri, finendo di testa su un marciapiede. Le fratture multiple riportate, gli ematomi al cervello e a ai polmoni, lasciavano presagire la sua morte certa. Dopo solo dieci giorni, tuttavia, il ragazzo venne dimesso. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità

I commenti dei lettori