ANORESSIA/ L’età critica per ammalarsi si abbassa a 14 anni

- La Redazione

Anoressia, l’età critica per ammalarsi si abbassa a 14 anni – L’anoressia conta in Italia oltre 3 milioni di malati, soprattutto donne.

anoressiaR375_19feb10

Anoressia, l’età critica per ammalarsi si abbassa a 14 anni – L’anoressia conta in Italia oltre 3 milioni di malati, soprattutto donne. La malattia inizia a manifestarsi tra le ragazze già a 14 anni e ha un’incidenza dell’1,5%. 

Negli ultimi 10 anni l’età critica era quella di 17 anni . I dati sono emersi durante  il  14° congresso della Società italiana di psicopatologia in corso a Roma in questi giorni. Sono tre milioni gli italiani che soffrono di disturbi alimentari e sono soprattutto donne molto giovani che iniziano a smettere d mangiare già a partire dai 14 anni.

Anoressia, il modello continua a essere la taglia 38 – Il modello di bellezza proposto dai mass media e dalle multinazionali della moda  continua a essere quello di una donna magrissima, al limite della malattia. La taglia di riferimento è la striminzita 38/40 mentre solo 10 anni fa la 42 era considerata sinonimo di perfezione per le donne. Le top model anni ’90 oggi sarebbero considerate sovrappeso dagli addetti ai lavori della moda  e da molte ragazzine.

Solo pochi mesi fa lo stilista Karl Lagerfeld aveva scatenato notevoli polemiche per le sue affermazioni sulla bruttezza delle donne più formose, dichiarando  testualmente che «solo alle donne grasse non piacciono le modelle magre».

 

Nelle pagine del Corriere della Sera è intervenuto oggi sul tema il professor Gianfranco Placidi, direttore dell’Unità psichiatrica a Firenze  che spiega: «dove arriva la televisione, dove arriva l’immagine di donna, arriva l’anoressia nervosa», e aggiunge che le vittime sono in maggioranza donne perché «il loro cervello attribuisce un fattore di stima alla magrezza, una proporzione tra peso corporeo e stima di sé».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori