SCIOPERO LAVORATORI/ Napoli, sciopero giovedì 11 febbraio 2010 dei Lavoratori Socialmente Utili

- La Redazione

Lo sciopero del prossimo 11 febbraio dei lavoratori socialmente utili L.S.U. di Napoli coinvolgerà circa 800 lavoratori

Sciopero degli LSU. Sciopero dei lavoratori socialmente utili. Lo sciopero del prossimo 11 febbraio dei lavoratori socialmente utili L.S.U. di Napoli coinvolgerà circa 800 lavoratori. Motivo dello sciopero è la richiesta di un tavolo di concertazione che metta a tema la stabilizzazione degli LSU. A organizzare lo sciopero le sigle sindacali Cgil, Cisl, Uil di Napoli. Il tutto alla faccia dei 18 milioni stanziati dalla Regione Campania a sostegno della loro associazione. Lo sciopero infatti è sostanzialmente rivolto contro Rosa Russo Iervolino. «È assolutamente inaccettabile l’atteggiamento del Comune di che, nonostante i 18 milioni stanziati dalla Regione Campania a favore dell’assunzione degli Lsu, non ha ancora presentato alcun progetto. Si tratta di dare dignità a persone che da oltre 15 anni lavorano per l’amministrazione comunale con professionalità a dispetto di un compenso irrisorio (circa 200 euro al mese) e di un diffuso pregiudizio nei loro confronti». Queste le dichiarazioni dei segretari sindacali locali.

 

Ma la recriminazione continua: «la loro attività è determinante per il funzionamento per il funzionamento della macchina amministrativa. Mentre i piccoli comuni della provincia già si sono avvicinati in questa direzione, quello di Napoli rischia di perdere i fondi stanziati dalla Finanziaria Prodi 2008 e riconfermati in quella del 2009 per la stabilizzazione e lo svuotamento del bacino. Non si tratta di avviare iniziative di mero assistenzialismo, ma dell’individuazione di interventi risolutivi per dare aspettative a questi lavoratori e alle loro famiglie a cui viene di fatto negato il futuro».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori