CODICE DELLA STRADA/ Ecco tutte le novità per multe, patenti, minicar, alcol, droga a targhe

- La Redazione

Il Senato ha approvato oggi il disegno di legge che riforma il Codice della strada. Tante le novità per gli automobilisti italiani

traffico_autostradaR375_18giu09
Immagine d'archivio

Il Senato ha approvato oggi il disegno di legge che riforma il Codice della strada con 138 voti favorevoli (Pdl e Lega), 3 contrari e 122 astenuti (Pd e Italia dei valori). Tante le novità, anche rispetto al progetto precedentemente approvato dalla Camera, per gli automobilisti italiani. Ora si attende un nuovo voto dei deputati per l’entrata in vigore delle nuove norme. Vediamo le principali:

 

Test antidroga: Chi vorrà prendere la patente dovrà sottoporsi a un test antidroga cui saranno sottoposti anche coloro che intendono rinnovare il permesso di guida per mezzi pubblici, camion e taxi.

 

Divieto di alcool: Il divieto di vendita di bevande alcoliche per i locali notturni scatterà alle 3:00. Gli autogrill non potranno vendere bevande superalcoliche dalle 22:00 alle 6:00 e non potranno somministrare alcuna bevanda alcolica dalle 2:00 alle 7:00 pena un multa fino a 10.500 euro. Se in due anni i gestori non rispettano più volte il divieto avranno la licenza di vendita sospesa  per 30 giorni. Inoltre, gli autotrasportatori e chi ha preso la patente entro tre anni non potranno  bere alcolici prima di mettersi alla guida. In questo caso la multa può arrivare a 624 euro.

Etilometro nei ristoranti: I ristoratori dovranno attrezzare i loro locali per rendere obbligatori i “precursori”, cioè dei mini-etilometri che ogni cliente potrà utilizzare prima di mettersi al volante.

Licenziamento degli autisti: I conducenti cui verrà sospesa la patente professionale per elevato tasso di alcolemia o per l’uso di sostanze stupefacenti potranno essere licenziati per giusta causa.

Minicar: Entrano nel codice della strada e sarà obbligatorio anche per loro l’uso delle cinture di sicurezza. Multe per chi cercherà di elaborarne i motori. I meccanici rischiano fino a 1.556 euro, mentre i proprietari fino a 594 euro. A chi verrà sospesa la patente di guida, non sarà più permesso di guidare le minicar o i motorini.

Deroga alla sospensione della patente: Nel caso la propria patente venga sospesa, si potrà chiedere una deroga per guidare fino a tre ore al giorno per recarsi al lavoro o per fini sociali o umanitari. In caso di deroga, però, verrà raddoppiato il periodo di sospensione della patente.

Foglio rosa: Per chi vuole guidare motocicli per cui occorre la patente A, sarà possibile avere il foglio rosa a 17 anni.

PER CONTINUARE A LEGGERE L’ARTICOLO SULLE NUOVE NORME DEL CODICE DELLA STRADA CLICCA IL PULSANTE >> QUI SOTTO

Patente mezzi pesanti: È stata innalzata da 65 a 70 anni il limite d’età per avere ancora la patente di guida per mezzi pubblici, autocarri e tir.

 

Autonoleggio Sidecar: Accanto alle professioni tradizionali dei taxisti e dei conducenti di limousine trova posto  anche il conducente di sidecar.

 

Nuovo patentino: Per chi vorrà prendere il patentino per la guida di ciclomotori, dal primo gennaio 2011 ci sarà una nuova prova d’esame pratica.

 

Bambini sui motocicli: Chi trasporta un bambino (fino a un metro e mezzo di altezza) non deve superare i 60 km/h. Per i minori dai 5 ai 12 anni è obbligatorio  un apposito seggiolino e sarà il ministero dei Trasporti a definirne le caratteristiche. È saltata  l’ipotesi del casco integrale e del paraschiena obbligatori.

 

Casco in bicicletta: Sarà obbligatorio per i minori di 14 anni.

 

Niente punti patente per i ciclisti: Chi commette un’infrazione in  bicicletta pagherà una multa ma non vedrà tolti  i punti dalla sua patente. Inoltre, no ci sarà nessuna sanzione se si parcheggia la bici sul marciapiede o nelle aree pedonali.

 

Targa personale: Arriva la possibilità di personalizzare la propria targa, che diventerà legata al proprietario e non più al veicolo. Perciò, nel momento in cui si cambia vettura, si potrà mantenere la stessa targa.

 

Sgravi fiscali per i portatori di handicap: Ci saranno agevolazioni per chi acquista veicoli.

 

Tempi di notifica delle multe: Il limite massimo di giorni per notificare una multa passa da 150 a 60.

 

Multe a rate: Chi ha un reddito fino a 15.000 euro potrà rateizzare le multe di importo superiore ai 200 euro.

 

No allo sconto multe: Non ci sarà però lo sconto di un terzo dell’importo se la multa viene pagata entro 10 giorni.

 

PER CONTINUARE A LEGGERE L’ARTICOLO SULLE NUOVE NORME DEL CODICE DELLA STRADA CLICCA IL PULSANTE >> QUI SOTTO

Auto da rally: Potranno circolare liberamente per spostarsi da una parte all’altra del circuito nei giorni delle competizioni.

 

Rifiuti: Abbandonare o depositare rifiuti sulla strada può valere una multa fino a mille euro (contro i circa 500 di prima).

 

Limiti di velocità: Non passa l’idea di elevarlo a 150 km/h. Questa facoltà resta però alle società autostradali nei tratti a tre corsie dove siano in funzioni sistemi di controllo della velocità tutor e con condizioni meteo favorevoli.

 

Auto blu: Salta l’emendamento che voleva evitare agli autisti delle auto blu colti in contravvenzione l’annullamento di alcuni punti della patente. Spetterà al Governo studiare un’apposita patente per questi conducenti cui sottrarre i punti delle infrazioni commesse in servizio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori