SCIOPERO 25 GIUGNO CGIL/ Marche Multiservizi Spa garantirà i servizi minimi e avverte: “non depositate rifiuti per evitare il degrado”

- La Redazione

Marche Multiservizi S.p.A., per lo sciopero nazionale della Cgil del 25 giugno, ha comunicato i servizi che garantirà. Marche Multiservizi S.p.A., per evitare il degrado dei Comuni in cui opera, ha invitato i cittadini a non depositare rifiuti nel giorno dello sciopero.

spazzaturaR375

Marche Multiservizi S.p.A., per lo sciopero nazionale della Cgil del 25 giugno, ha comunicato i servizi che garantirà. Marche Multiservizi S.p.A., per evitare il degrado dei Comuni in cui opera, ha invitato i cittadini a non depositare rifiuti nel giorno dello sciopero.

Leggi anche: SCIOPERO FIAT/ Mirafiori, i lavoratori della Fiom scioperano in segno di solidarietà con quelli di Pomigliano

In occasione dello Sciopero Nazionale, proclamato per l’intera giornata di Venerdì 25 Giugno 2010 dalla C.G.I.L, Marche Multiservizi S.p.A. ha informato i cittadini residenti nei comuni in cui opera circa i servizi minimi che garantirà. In particolare, «Per quanto riguarda il Servizio Acqua gas fogne depurazione», si legge in un comunicato, «durante lo sciopero, saranno comunque garantiti i servizi minimi e la sicurezza degli impianti con l’attivazione del servizio di reperibilità per ogni eventuale emergenza». Marche Multiservizi S.p.A. fa anche sapere che, a proposito del Servizio Igiene Ambientale, «in ottemperanza alle vigenti norme, saranno garantiti i servizi minimi essenziali». In particolare, nonostante lo sciopero saranno attivi i servizi di raccolta dei rifiuti solidi e urbani di «mercati, ristoranti, alberghi, mense pubbliche e private di enti assistenziali, ospedali, case di cura, comunità varie, ospizi, centri di accoglienza, caserme, carceri, pescherie e ambito portuale»; sarà garantito lo spazzamento di « mercati, centri storici, aree di sosta attrezzate ed aree di grande interesse turistico»; saranno, infine, garantiti alcuni vari servizi di emergenza.

Leggi anche: LA REPUBBLICA/ Video – 700 trivelle a caccia di petrolio, perforano l’Italia – L’inchiesta

Marche Multiservizi S.p.A. ha voluto, in ogni caso, invitare la cittadinanza a « a non depositare i rifiuti per il loro ritiro», «onde evitare il degrado dei suoli pubblici». La società ha anche assicurato che «normale attività aziendale sarà prontamente riattivata al termine dello sciopero».



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori