DELICTA GRAVIORA/ Il vaticano pubblica l’aggiornamento dei delitti più gravi. Norme più severe sulla pedofilia

- La Redazione

La Santa Sede pubblica l’aggiornamento dei Delicta Graviora del 2001, inasprendo le pene previste per i casi di abusi sessuali e introducendo nuovi reati

ombra_bambinoR375

La Santa Sede pubblica l’aggiornamento dei Delicta Graviora del 2001, inasprendo le pene previste per i casi di abusi sessuali e introducendo nuovi reati.

Il Vaticano ha pubblicato l’aggiornamento dei Delicta Graviora del 2001, inasprendo le pene previste per i casi di abusi sessuali e introducendo nuovi reati. Per quanto riguarda i reati di pedofilia, in particolare, la prescrizione passa dai 10 ai 20 anni, mentre gli abusi sugli handicappati adulti sono equiparati a quelli sui minori. E’ stato introdotto, inoltre il delitto di pedopornografia: riguarda quei sacerdoti che saranno trovati in possesso di materiale pedopornografico sul proprio computer e qualora, non ne siano responsabili direttamente, saranno incolpati per mancata vigilanza.

Leggi anche: TERREMOTO EMILIA ROMAGNA/ Scossa di 2 gradi in provincia di Forlì

Leggi anche: FOTOGALLERY PANTERA/ – La pantera di Palermo è stata fotografata dalla Guardia forestale

 

Padre Federico Lombardi, direttore della Sala Stampa vaticana, ha inoltre dichiarato che nell’aggiornamento «si ripropone la normativa sulla confidenzialità dei processi, a tutela della dignità di tutte le persone coinvolte» precisando che «trattandosi di norme interne all’ordinamento canonico, di competenza cioè della Chiesa, non trattano l’argomento della denuncia alle autorità civili». In ogni caso, «l’adempimento di quanto previsto dalle leggi civili – ha chiarito – fa parte delle indicazioni impartite dalla Congregazione per la Dottrina della Fede fin dalle fasi preliminari della trattazione dei casi di abuso, come risulta dalle “Linee guida” già pubblicate in merito».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori