SANITA’/ Pubblico o privato? Più che il reddito, decide il capofamiglia

- La Redazione

 Pubblico o privato? Non è solo il reddito delle famiglie a influire sulla scelta, ma anche il sesso e l’età del capofamiglia.

infermiera_ospedale1R375

Pubblico o privato? Non è solo il reddito delle famiglie a influire sulla scelta, ma anche il sesso e l’età del capofamiglia.

Pubblico o privato? Quando si tratta di scegliere se recarsi in ospedale o in una clinica, non è soltanto il reddito a influire sulla decisione, ma anche e soprattutto il sesso, l’età e la preferenza del capofamiglia. Lo dimostra uno studio condotto dall’università di Modena e Reggio Emilia e dall’università di Torino, che è stato presentato al secondo Health Econometrics Workshop all’Università Cattolica di Roma. La ricerca, che si basa basata sui dati dell’indagine sulle famiglie italiane condotta dalla Banca d’Italia.

Leggi anche: ROBERTO CALVI/ Nessun suicidio, fu ucciso: le motivazioni della sentenza di assoluzione di Carboni, Calè e Diotallevi

Leggi anche: MEDICINA/ Il neuro-scienziato: cureremo la sclerosi multipla con le staminali adulte

«Tutti pensano che, quando manca la salute ma c’è disponibilità economica, sia meglio rivolgersi ad una clinica», afferma Gilberto Turati dell’Università di Torino. «In realtà – continua – abbiamo riscontrato che il pubblico viene scelto quando, a parità di reddito, sia considerato da papà un buon ospedale». La scelta del pubblico, inoltre, aumenta con l’aumentare dell’età, mentre la clinica privata, invece, viene scelta in prevalenza da donne.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori