MORTI SUL LAVORO/ Inail: nel 2009 il minimo storico. Mai così poche dal 1951

- La Redazione

Il numero di morti sul lavoro non è mai stato basso come nel 2009. Lo rivelano i dati dell’Inail, secondo i quali nel 2009 si è raggiunto il record di numero più basso di morti sul lavoro da si è iniziato a rilevarle.

Sicurezza-lavoro-cartelli_FN1

Il numero di morti sul lavoro non è mai stato basso come nel 2009. Lo rivelano i dati dell’Istat, secondo i quali nel 2009 si è toccato il record di numero più basso di morti sul lavoro da si è iniziato a rilevarle.

L’Inail, (Istituto nazionale per l’assicurazione contro gli infortuni sul lavoro) ha comunicato un’ottima notizia. In Italia, il numero di morti sul lavoro, ha raggiunto il minimo storico. Attestandosi, inoltre, al di sotto della media europea. La diminuzione si è verificata, in particolare al nord, tra gli uomini del settore industriale e manifatturiero. La tendenza più accentuata al calo è stata registrata tre gli incidenti verificatisi sull’effettivo luogo di lavoro, piuttosto che nel tragitto casa lavoro. Sono diminuiti anche gli incidenti mortali tra gli immigrati.

Leggi anche: SCIOPERO VIGILI DEL FUOCO/ Un minuto a sirene spiegate per attirare l’attenzione dei cittadini sulla loro situazione

Leggi anche: TARGHE AUTO/ Proposta di legge della Lega: reinserire le targhe della provincia

Le morti bianche, nel 2009, sono state 1.050, il 6,3% in meno del 2008, quando furono 1.120. Il dato del 2009 è anche il più basso dal 1951, anno in cui si iniziarono a tenere i conti. Sono decisamente scesi anche gli infortuni in generale, calati a quota 790mila, 85 mila in meno degli 875.144 del 2008. Unica nota dolente, pare che sul calo abbia influito in maniera significativa la crisi e il minor numero di ore effettivamente lavorate.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori