THE CLUB/ Karima Menad: Sniffavo cocaina con Elisabetta Canalis

- La Redazione

Karima Menad ha dichiarato, in una deposizione del 2008, che ha sniffato cocaina con Elisabetta Canalis all’interno di The Club.

discotecaR375

Karima Menad ha dichiarato, in una deposizione del 2008, che ha sniffato cocaina con Elisabetta Canalis all’interno di The Club. La deposizione della modella  Karima Menad fa parte delle motivazioni che hanno portato all’arresto di 5 persone e del sequestro di The Club e dell’Hollywood, i più noti locali della Movida di Milano.  

Ancora rivelazioni shock sul presunto uso di cocaina all’interno dei privé di The Club e dell’Hollywood, i due più noti locali milanesi, recentemente posti sotto sequestro. «Mi è capitato di fare uso di cocaina insieme ad altre persone tra cui Elisabetta Canalis, un tale Camillo Saviola, un certo Eliseo e anche un tale Gianfri e altre persone dello spettacolo, normalmente si tratta del cosiddetto giro del The Club»: così ha dichiarato Karima Menad, una modella ascoltata nell’ambito dell’inchiesta che ha portato all’arresto di cinque persone, indagate con l’accusa di aver favorito lo spaccio e il consumo di droga nei locali attraverso un giro di mazzette atte a limitare i controlli.

Leggi anche: AVVENIRE/ Rondoni: la Love Parade? E’ stata un corteo. Lo tenga presente chi vuol spingere i cristiani nelle catacombe

Leggi anche: IL GIORNALE/ Anche il Movimento di Beppe Grillo fa parte della “Casta” e prende i rimborsi elettorali

 

La modella, di nazionalità francese, era stata ascoltata da pm Frank Di Maio il 21 ottobre del 2008, e la sua deposizione è riportata nella richiesta degli arresti. «Io frequento il privè del The Club e i tavoli che lo compongono» aveva spiegato. «In alcune occasioni, l’ultima poco prima dell’estate, mi pare maggio 2008, l’ho consumata ai tavoli in quanto l’ho acquistata, naturalmente la cocaina, da un giovane di 27 anni italiano, credo siciliano, che è notoriamente fornito di droga e la vende all’interno del locale ai clienti che gliene fanno richiesta». Non solo. Secondo il racconto della modella, nel locale era molto semplice procurarsi le sostanze stupefacenti: Per altro al The Club esiste un vero e proprio passaparola mediante il quale i clienti riescono a procurarsi la cocaina», aveva rivelato.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori