DELITTI/ Tenta di uccidere la nonna di 98 anni con calci e pugni: “Volevo far uscire il Diavolo dal suo corpo”

- La Redazione

 Ha tentato di uccidere la donna di 98 perché voleva far uscire il demonio da lei

carabinieriR375

Ha tentato di uccidere la donna di 98 perché voleva far uscire il demonio da lei. L’uomo di 34 anni che ha colpito la nonna di 98 con calci e pugni al volto per far uscire il diavolo da lei, faceva uso di droghe.

A colpito in volto con calci e pugni la nonna di 98 anni, e ha cercato di strangolarla con la corda di una tapparella. Un operaio bolognese di 34 anni, molto probabilmente in preda ad un raptus provocato dagli abusi di droga e psicofarmaci era convinto che sua nonna la nonna fosse «posseduta dal diavolo». Per questo ha tentato di «di far uscire il demonio». Il fatto è avvenuto nella zona di Casteldebole, in via Enrico de Nicola, ieri sera. L’uomo, con trascorsi legati a problemi di tossicodipendenza, è stato arrestato dai carabinieri del Nucleo Radiomobile, avvisati dalla madre 61enne. Al loro arrivo l’anziana signora era riversa a terra. E’ stata ricoverata all’ospedale Maggiore e sarebbe in prognosi riservata. Pare che non abbia riportato fratture, ma solo numerose ecchimosi.

Leggi anche: SCIOPERO PALERMO/ Venerdì 9 luglio 2010 stop al trasporto pubblico. Orari sciopero e dei mezzi pubblici garantiti

Leggi anche: IL FATTO QUOTIDIANO/ Il prefetto di Milano fa saltare l’ordinanza sul Burqa di Peschiera Borromeo

L’uomo che ha tentato di uccidere la nonna è stato ritrovato in possesso di 6 grammi di hashish ed è risultato positivo alle benzodiazepine e ai cannabinoidi. Considerate le sue condizioni di alterazione mentale, è stato sedato e ricoverato nel reparto di psichiatria del Malpighi, dove è guardato a vista. Per lui è stata ipotizzata l’accusa di tentato omicidio, con l’aggravante di aver commesso il fatto nei confronti di un congiunto convivente.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori