NUOVO CODICE DELLA STRADA/ Nuove norme sulla patente a punti e deroghe straordinarie in caso di ritiro

- La Redazione

Con il nuovo codice della strada introdotto venerdì, cambiano numerose norme relative alla penalità in caso di reati o comportamenti scorretti alla guida, specie per quanto riguarda la patente a punti.

traffico_autostradaR375_18giu09
Immagine d'archivio

Con il nuovo codice della strada introdotto venerdì, cambiano numerose norme relative alla penalità in caso di reati o comportamenti scorretti alla guida, specie per quanto riguarda la patente a punti.

Con il nuovo codice della strada introdotto venerdì, cambiano numerose norme relativa alla penalità in caso di reati o comportamenti scorretti alla guida. Per quanto riguarda la patente a punti è previsto il suo azzeramento e la revisione laddove siano state commesse anche solo 3 violazioni di almeno 5 punti in un anno. Sarà possibile recuperare sei punti con il superamento di un esame. La notifica del verbale delle violazioni, inoltre, dovrà essere effettuata entro 90 giorni, e non più 150 come prima. E’ stata introdotta anche una nuova disciplina a proposito della rateizzazione delle multe: sarà possibile per importi superiori ai 200 euro e per chi ha un reddito inferiore ai 10.618.16 euro.

Leggi anche: NUOVO CODICE DELLA STRADA/ Tolleranza zero per alcool e pene più severe per i comportamenti scorretti

Leggi anche: FABRIZIO DE ANDRE’/ Agli amici cuochi ha lasciato un ricettario scritto a mano

Il prefetto, in caso di sospensione della patente, potrà concedere una deroga di al massimo 3 ore al giorno in determinati casi, come ragioni di lavoro, presenza di disabili in famiglia, o in casi eccezionali. In ogni caso, chi ha subito la confisca non dovrà aver provocato incidenti. Nuove sanzioni per gli stranieri che guidano con la patente del loro stato scaduta: saranno previste le medesime per chi guida senza patente, con multe dai 2.257 ai 9.032 euro e il fermo per tre mesi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori