ATRANI/ Ad una settimana dall’alluvione, nessuna traccia di Francesca Mansi. Continuano le ricerche

- La Redazione

Dopo una settimana dall’alluvione che ha colpito Atrani, non è stata trovata ancora traccia del corpo di Francesca Mansi.

esondazione_R375

Dopo una settimana dall’alluvione che ha colpito Atrani, non è stata trovata ancora traccia del corpo di Francesca Mansi.

Ancora nessuna traccia di Francesca Mansi, la ragazza scomparsa dopo l’alluvione che ha devastato Atrani. Oggi le ricerche sono state effettuate anche con l’utilizzo di un georadar fornito dalla protezione civile della regione Campania, uno strumento che consente di rilevare tutto ciò che si trova fino a 5 metri di profondità. Lo ha riferito l’Assessore alla Protezione civile e ai Lavori Pubblici, Edoardo Cosenza. Nel frattempo il paese tenta di risollevarsi dalla distruzione, sapendo che la priorità consiste nel mettere in sicurezza il torrente Dragone, origine del disastro, prima che piova nuovamente. Continuano le polemiche.

CLICCA >> QUI SOTTO PER CONTINUARE A LEGGERE L’ARTICOLO

 
Secondo Pio Amodeo, che per 35 anni è stato sindaco di Atrani ha «quest’acqua è scesa dal monte, verso Scala, quel corso d’acqua è sempre stato usato come discarica. Ci buttano di tutto: bombole usate, vecchi elettrodomestici e tanto altro senza che nessuno controlli». Duro l’attacco del sindaco che sostiene: «quel fiume non è mai stato mantenuto, ed è da mezzo secolo che lo chiediamo». Le verifiche effettuate dai tecnici sull’intero bacino avrebbero, inoltre, rilevato sei nicchie di frane sul versante destro del fiume Dragone.

Leggi anche: MALTEMPO CAMPANIA FOTOGALLERY/ La spaventosa esondazione del fiume Dragone ad Atrani. Le foto

Leggi anche: TRAFFICO/ Code e traffico sull’A4 Milano-Brescia a causa di un incidente



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori