PAPA/ Benedetto XVI a Polverini e Alemanno: le unioni di fatto snaturano la famiglia

Ricevendo le autorità di Roma e del Lazio Benedetto XVI ha stigmatizzato le norme che tutelano le coppie di fatto.

14.01.2011 - La Redazione
benedettoXVI_ppianoR375_14mag09

I – Ricevendo le autorità di Roma e del Lazio Benedetto XVI ha stigmatizzato le norme che tutelano le coppie di fatto.

Il Papa, ricevendo il sindaco di Roma Gianni Alemanno, il presidente della Provincia Nicola Zingaretti e il presidente del Lazio, Renata Polverini, ha condannato le norme che legittimano le coppie di fatto. «Approvare forme di unione che snaturano l’essenza e il fine della famiglia», ha detto, «finisce per penalizzare quanti, non senza fatica, si impegnano a vivere legami affettivi stabili, giuridicamente garantiti e pubblicamente riconosciuti».

Il Pontefice ha, poi, sottolineato che, al contrario, la Chiesa «guarda con favore a tutte quelle iniziative che mirano ad educare i giovani a vivere l’amore nella logica del dono di sé, con una visione alta e oblativa della sessualità».

CLICCA >> QUI SOTTO PER CONTINUARE A LEGGERE L’ARTICOLO

 
Il Papa ha parlato anche di aborto, ricordando che «l’elevato numero di aborti che vengono praticati nella Regione Lazio non può lasciare indifferenti» e di eutanasia, invitando «a promuovere una cultura che rispetti la vita fino al suo termine naturale», nella consapevolezza che «la misura dell’umanità si determina essenzialmente nel rapporto con la sofferenza e col sofferente».

 

Riferendosi alla crisi che «minaccia» molte famiglie, ha auspicato l’adozione di «adeguati provvedimenti, volti a sostenere le famiglie a basso reddito, particolarmente quelle numerose, troppo spesso penalizzate». Anche perché situazioni di disagio economico e prolungata disoccupazione spesso «vengono sfruttate dalle organizzazioni criminali per proporre attività illecite».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori