CASO RUBY/ Nadia Macrì interrogata dai pm di Milano

- La Redazione

I pm di Milano interrogano Nadia Macrì

nadiamacrC3AC_R400
Nadia Macrì al suo arrivo in procura a Milano, foto Ansa

E’ stata sentita stamattina Nadia Macrì, la escori che proprio ieri sera durante il programma Annozero aveva detto di aver partecipato a una festa a casa di Silvio Berlusconi e di aver ricevuto 5mila euro di compenso. Insieme a lei c’era anche Ruby, come ha detto la donna. Ad ascoltare le parole della ragazza è il procuratore aggiunto Pietro Forno.

La Macrì ha dichiarato in altre occasioni di aver avuto rapporti sessuali con il capo del governo. Francesco Chiesa Soprani, già agente diu Noemi Letizia, descrive la ragazza come “una persona estroversa e sincera, che dice la verità perché non ha interessi economici da difendere”. L’uomo ha spiegato di aver lavorato per 10 anni con Lele Mora e di aver conosciuto anche Emilio Fede. Inoltre, ha aggiunto, “sono stato sentito dal pm Sangermano all’inizio dell’inchiesta come persona informata sui fatti ed ero stato ascoltato anche nell’inchiesta vallettopoli”.

Intanto Marysthell Garcia Polanco, una delle ragazze che vivono alla Dimora Olgettina a Milano e coinvolte nella vicenda che vede protagonisti il premier Silvio Berlusconi ha dichiarato di aver incontrato uby ed Emilio Fede ad Arcore. Si è però detta stupita da quanto riportato nelle intercettazioni telefoniche: "Come è possibile che il Presidente andasse con una ragazza dietro l’altra? Ha 75 anni non è Superman".

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori