CASO RUBY/ In discoteca a Rimini arriva Ruby: proteste dei parroci e insulti al locale

- La Redazione

Ruby arriva in discoteca a Rimini. Le proteste

ruby_R400
Foto: Imagoeconomica

Sabato sera al Paradiso, nota discoteca di Rimini, è attesa Ruby, il personaggio del momento, la reginetta del bunga bunga. Da quando la notizia è diventata pubblica, insulti al centralino del locale, sulla pagina Facebook del locale.

I parroci della città romagnola invece protestano invitando i giovani a monandre al Paradiso il prossimo sabato. Ma è facile prevedere che invece sabato serial Paradiso ci sarà il pienone. Ironia da parte dei responsabili del locale che giocano con il nome della discoteca: “I parroci che invitano a non andare in… Paradiso! Per noi avrà l’esatto effetto contrario: anche chi magari non avrebbe voluto ora forse sarà più attratto verso l’evento”.

C’è chi vede questa partecipazione di Ruby in un nuovo passo verso il mondo dello spettacolo per la giovane ragazza marocchina.

Un albergatore riminese intanto, capito l’andazzo, si è inventato una speciale tariffa bugna bugna: Franco Albanesi fa sapere che, a tutti gli ospiti del suo hotel a quattro stelle che durante il week-end dichiareranno di essere a Rimini per vedere Ruby, sarà riservato il prezzo speciale di 35 euro a persona con trattamento di pensione completa all inclusive, nonché l’uso della zona benessere con piscina e idromassaggio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori