RC AUTO/ Romani: il Governo lavora per abbassare i prezzi delle assicurazioni. Costi inammissibili rispetto all’Europa

E’ al vaglio della Camera una proposta per abbassare i prezzi delle Rc Auto.

04.01.2011 - La Redazione
autogenericheR400
Automobili parcheggiate

E’ al vaglio della Camera una proposta per abbassare i prezzi delle Rc Auto.

In Commissione Finanze, alla Camera, è al vaglio una proposta che intende abbassare i prezzi delle Rc Auto che prevede, come ha dichiarato il ministro dello Sviluppo economico Paolo Romani «una rivisitazione complessiva del meccanismo assicurativo». «Il governo – ha aggiunto – ritiene inammissibile che il costo medio dell’Rc Auto sia di 400 euro, contro i 200 del resto d’Europa”, ha detto il ministro che incontrerà la prossima settimana i parlamentari che lavorano alla proposta».

Il ministro, parlando a margine di un incontro con i presidenti di Ania (Associazione Nazionale fra le Imprese Assicuratrici.)e Isvap (Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni private), Fabio Cerchiai e Giancarlo, ha poi fatto presente che «la proposta del presidente dell’Isvap Giannini prevede un taglio delle tariffe del 15-18%», auspicando un «assaggio parlamentare veloce. Se non dovesse essere possibile potremmo inserire alcune norme nel ddl per la concorrenza».

CLICCA >> QUI SOTTO PER CONTINUARE A LEGGERE L’ARTICOLO

 
Punto centrale dell’abbassamento dei costi, sarà l’istituzione di un organo preposto a vigilare sulle truffe assicurative, un’agenzia pubblica antifrode che, ha sottolineato Cerchiai, «deve essere istituita per legge e l’urgenza è condivisa dal ministro e dal presidente dell’Isvap Giancarlo Giannini». Cerchiai ha, inoltre, precisato che che è necessario rivedere il meccanismo dei bonus/malus, e come il decreto Bersani abbia «peggiorato le cose, perché ha diminuito l’onerosità per chi fa gli incidenti a svantaggio della collettività». .

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori