PAVIA/ Fuga di gas, quattro morti tra cui due bambini. Sarebbe successo giorni fa

- La Redazione

Due adulti e due bambini morti vicino a Pavia per una fuga di gas

Landriano, provincia di Pavia. Sono stati ritrovati solo oggi ma la loro morte dovrebbe risalire ad alcuni giorni fa. Sterminato un intero nucleo familiare, quattro persone, due adulti e due bambini.

Sembra siano di nazionalità egiziana. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco di Pavia, il 118 di Pavia e le forze dell’ordine locali. In corso gli accertamenti per stabilire la causa del decesso delle quattro persone – spiegano i vigili del fuoco intervenuti – e si attende il referto medico ma secondo le prime informazioni la causa sembrerebbe monossido di carbonio, che si sarebbe sprigionato nell’abitazione di via Crano coinvolgendo un intero nucleo familiare. I corpi sono stati ritrovati da alcuni amici che non avendo più notizie della famiglia da alcuni giorni hanno sfondato la porta di casa.

La donna era in stato di gravidanza, i due bambini avevano rispettivamente 5 e 7 anni. La prima ipotesi è che la fuga di monossido sia stata causata da una caldaia difettosa. (l’Azienda regionale emergenza urgenza).

La donna era incinta di sette mesi e i due bambini avevavo cinque e sette anni. La scoperta è stata fatta da alcuni amici che, non avendo notizie della famiglia da tre giorni, sono entrati in casa dopo aver sfondato la porta d’ingresso. La prima ipotesi è che la fuga di monossido sia stata causata da una caldaia difettosa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori