FABRIZIO CORONA/ Giallo: irruzione in casa di Sarah Scazzi, denunciato

- La Redazione

Fabrizio Corona denunciato per irruzione a casa Scazzi

fabrizio-corona_R400
Fabrizio Corona

E’ giallo: Fabrizio Corona sarebbe entrato in casa di Sarah Scazzi da una finestra. Cosa voleva fare? Lui nega: “”Mi ha invitato ad entrare e mi ha offerto un caffè”. A invitarlo, secondo le sue parole, la mamma di Sarah, Concetta Serrano. Gli avvocati della donna lo hanno però denunciato per essere entrato nell’abitazione della donna da una finestra e spaventandola. Concetta Serrano si trovava, da sola, al piano terra, mentre Corona sarebbe penetrato dal secondo piano.

La signora  Concetta – secondo quanto riferisce l’avvocato Biscotti – “era sola e si è spaventata, è rimasta pietrificata non appena si è accorta della presenza dell’uomo nella sua abitazione. Subito non l’ha riconosciuto”. Ma il fotografo assicura: “Mi ha fatto entrare lei e mi ha offerto in caffè”. Proprio nel momento in cui succedeva l’irruzione, un giornalista di una tv suonava ala porta di casa: è stato lui a riconoscere Corona. Era Filomena Rorro del programma Quarto Grado. Secondo la sua testimonianza, Corona era a casa Scazzi per proporre alla madre della ragazzina uccisa un servizio fotografico. Dicono invece i legali della donna: “Condanniamo la vigliaccheria, la volgarità, l’essere così spregevoli nei confronti del rispetto delle persone da parte del già giudicato Fabrizio Corona” e “chiedono speranzosi che prima o poi il fotografo torni ad abitare le patrie galere”.

Ecco cosa invece ha detto Corona: “La mamma di Sarah Concetta mi ha fatto entrare in casa, mi ha offerto caffè e acqua, sono rimasto con lei ben trenta minuti: ho immagini che lo possono documentare. Ero ad Avetrana per il mio spazio a ‘Domenica 5’ – ha spiegato Corona – sono stufo che ogni volta che faccio qualcosa di serio per il mio lavoro si scrivano cose che non sono vere”.  Il fotografo ha poi aggiunto di aver offerto alla donna 50-100mila euro per un’intervista.

Ecco invece la dichiarazione della giornalista di Quarto Grado: “Attorno alle 13.30 ho suonato alla porta e ho sentito una voce maschile che mi chiedeva: ‘Chi e’?’. Lo stesso uomo mi ha aperto la porta e ho riconosciuto in lui Fabrizio Corona: indossava un felpa con cappuccio e un jeans. Concetta, appena mi ha visto, mi ha detto: ‘Lo vedi, mi ha invaso la casa, è entrato dalla finestra…'”. “Sulle scale che portano all’abitazione della famiglia Scazzi – rileva la giornalista – c’erano molte tracce di fango, fatto questo che mi fa pensare che Corona sia andato prima a fotografare il pozzo in cui fu nascosto il corpo di Sarah”, nelle campagne di Avetrana, in contrada Mosca.

A quanto si apprende da Rorro, Corona, prima dell’incursione, ha suonato per un paio di volte il campanello di casa Scazzi, poi, visto che non aprivano, ha aperto la porta secondaria dell’abitazione, ha percorso un corridoio interno e ha scavalcato una finestra che porta direttamente nella casa di Sarah. Una volta entrato è stato visto da Concetta che si è molto spaventata. Corona si è quindi giustificato dicendo di essere stato contattato da alcuni settimanali per fare un’intervista a Concetta. Ha aggiunto di essere disposto a pagare 50-100mila euro. Corona aveva con sè un registratore che ha prima messo sul tavolo della cucina e poi, alle proteste di Concetta, ha rimesso in tasca. Fuori da casa di Concetta è rimasto un fotografo che ha detto all’operatore di Mediaset, riferendosi a Corona: “Speriamo che si ricordi di accendere il registratore”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori