ITALIA 150/ Camillo, il panettone dell’Unità d’Italia

- La Redazione

E’ arrivato il panettone dell’unità d’Italia

cavour_R400
Il conte di Cavour, Camillo

Un panettone per festeggiare i 150 anni d’Italia. Le celebrazioni per il 150esimo dell’unità d’Italia prevedono dessi anche un panettone speciale, in vendita da ieri a Torni. Si chiama Camillo, in onore del conte di Cavour, in vendita poco distante da dove era originariamente la sede del primo parlamento italiano.

E’ un normale panettone, ma riprende tutta la tradizione piemontese non solo per il nome e la ricetta, ma soprattutto per gli ingredienti: mele di Cavour, nocciole Piemonte Igp, cioccolato di Torino e marron glace’ della Val di Susa. L’idea, come riporta il sito di Repubblica, è stata del pasticcere Andrea Perino, proprietario di un forno sito in via cav our a Torino, secondo la guida Reed Gourmet il miglior panificio d’Italia.

Perino ha pensato a Cavour non solo per il suo ruolo nell’unità d’Italia pma per le sue doti come l’umiltà, “cosa che oggi” ha spiegato “non ha più nessuno”. La prima sfornatura ha visto 150 panettoni, proprio come gli anni dell’unità d’Italia. Lievitato naturalmente, “Camillo” del Piemonte ha molte caratteristiche: affascinante e soffice, ricco e complesso, sia di sapori, sia di profumi, morbido con sottilissima crosta e un retrogusto acidulo che spazza via il rischio del dolce stucchevole.

"E’ per via dei cinque cereali: segale, riso, orzo, avena e frumento" dice Perino. "Il nostro obiettivo è far tornare la gente nel centro città – spiega Perino – magari prendendoli anche un pò per la gola, magari approfittando delle celebrazioni per i 150 anni. Abbiamo fatto anche una torta, la ‘Cavour 150’. C’è tutto il Piemonte dentro: dal cioccolato alle nocciole, dal maraschino alle mandorle, alla vaniglia

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori