STALKING/ Ossessionato dalla gelosia, marchia a fuoco la compagna

- La Redazione

Un uomo era talmente ossessionato dalla gelosia che ha marchiato a fuoco, con le proprie iniziali, la propria compagna. Ora si trova in carcere. Dovrà rispondere di atti persecutori.

polizia-R400
Immagine d'archivio
Pubblicità

Un uomo era talmente ossessionato dalla gelosia che ha marchiato a fuoco, con le proprie iniziali, la propria compagna. Ora si trova in carcere. Dovrà rispondere di atti persecutori.

Stalking, minacce, vessazioni, violenze. Fino ad un apice di follia: il marchio a fuco; di tutto ciò è stata vittima una donna di 34 anni il cui compagno ha finalmente smesso di perseguitarla quando, alcuni giorni fa, gli agenti del Commissariato Monteverde, in seguito ad un’indagine “lampo”, hanno messo le manette all’uomo, un romano di 43 anni. Pervaso da sentimenti paranoici e da una gelosia dilagata otre ogni limite, era arrivato al punto, lo scorso febbraio, di ammanettarla ad una panca da body building e di marchiarle, con un ferro rovente, le proprie iniziali sul corpo. Gli agenti, nel corso delle perquisizioni nella sua abitazione, oltre alla panca da bodybuilding, alla manette e al ferro per marchiare, hanno trovato un filmato dell’episodio realizzato dall’uomo.

CLICCA >> QUI SOTTO PER CONTINUARE A LEGGERE L’ARTICOLO

Le sue ossessioni lo avevano portato ad obbligare la compagnia ad avvisarlo telefonicamente di ogni spostamento, anche sul lavoro, arrivando ad accusarla, senza alcuna fondatezza, di relazioni con altri colleghi, sospetti dalle quali scaturivano le violenze. I medici che l’hanno visitata le hanno diagnosticato lesioni con una prognosi di più di 30 giorni. L’uomo, trovato nella sua abitazione, ora è in carcere e dovrà rispondere del reato di atti persecutori. 


 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità

I commenti dei lettori