SCIOPERO POLIZIA PENITENZIARIA/ Palermo, domani, venerdì 18 marzo, lo sciopero generale di 8 ore

- La Redazione

Domani, 18 marzo, dalle 10 alle 18, si svolgerà, a Palermo, lo sciopero della guardie penitenziarie, che protesteranno contro le «condizioni disumane» in cui son costrette a lavorare.

carcereR400
Fotolia
Pubblicità

Domani, 18 marzo, dalle 10 alle 18, si svolgerà, a Palermo, lo sciopero della guardie penitenziarie, che protesteranno contro le «condizioni disumane» in cui son costrette a lavorare.

Domani, venerdì 19 marzo 2011, Palermo sarà teatro dello sciopero della polizia penitenziaria regionale. Alla manifestazione prenderanno parte le sigle sindacali Cisl Fns, Cgil Fp Pp, Uil Pa Pen, Sappe e Ugl Pp. Al’agitazione aderirà  anche il personale della provincia di Messina.

Lo sciopero, a quanto riporta Img Press, si terrà dalle 10 di mattina alle 18. I lavoratori in sciopero si troveranno di fronte al carcere dell’Ucciardone e da lì un corteo si snoderà per le vie Albanese, Libertà, Maqueda e Cavour. Al termine del corteo, i manifestanti si fermeranno di fronte alla prefettura per protestare contro le «condizioni disumane» in cui sono obbligati a lavorare.

CLICCA >> QUI SOTTO PER CONTINUARE A LEGGERE L’ARTICOLO

La protesta è il culmine di uno stato di agitazione in cui i poliziotti penitenziari siciliani sono da tempo. A quanto riferisce il segretario generale della Fns Cisl Roberto Bombara, il degrado, in particolare, riguarda l’insufficienza dell’organico, l’inadeguatezza delle mense e del vestiario d’ordinanza, la carenza di fondi e di mezzi a disposizione, il sovraffollamento delle carceri, la «fatiscenza e l’inidoneità» degli immobili e, infine, l’inadeguatezza degli interventi di ristrutturazione. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità

I commenti dei lettori