TREVISO/ Prostituta con tubercolosi, preoccupazione per i clienti

- La Redazione

Preoccupazione per i clienti di una prostituta romena ricoverata per un caso di tubercolosi. La donna lavorava nella zona del Terraglio, la strada che collega Mestre con Treviso

terraglio-R400
Il Terraglio, a Treviso

Preoccupazione per i clienti di una prostituta romena ricoverata per un caso di tubercolosi. La malattia è estremamente contagiosa e adesso si teme che l’infezione possa essersi trasmessa ai suoi clienti.

La donna ha 22 anni, praticava nella zona del Terraglio, la lunga strada provinciale che collega Mestre con Treviso. Le autorità sanitarie invitano tutti coloro che pensano di aver avuto rapporti con la donna a recarsi immediatamente in ospedale a fare gli accertamenti del caso. “I sanitari – spiega l’assessore alla sanità Luca Coletto – valutano la patologia piuttosto importante, anche per il non secondario rischio di contagio connesso. Per questo motivo rivolgiamo a chi potrebbe aver avuto contatti a rischio nel mondo della prostituzione in quella zona un pressante appello a farsi controllare dai sanitari. A tutti, ovviamente, è garantita la più totale riservatezza. La Tbc non sarà perciò difficile curarla, ma bisogna rivolgersi ai medici, anche per evitare o restringere le possibilità di contagio verso altri”.

La tubercolosi si trasmette con goccioline di saliva che possono permanere nell’aria tramite starnutii o colpi di tosse. Il rapporto sessuale moltiplica i rischi di contagio. La tubercolosi si manifesta con stati febbrili, tosse, sudorazione notturna, affaticamento e perdita di peso.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori