PROCESSO MEDIATRADE/ Video, Berlusconi arriva in Tribunale. “Magistrati eversivi”

- La Redazione

Berlusconi è arrivato in aula, per l’udienza preliminare del processo Mediatrade che si celebra presso il tribunale di Milano. Ha trovato ad attenderlo una ventina di sostenitori.  

PalazzoGiustiziaMilanoR400
Foto Imagoeconomica

Berlusconi è arrivato in aula, per l’udienza preliminare del processo Mediatrade che si celebra presso il tribunale di Milano. Ha trovato ad attenderlo una ventina di sostenitori.  

Poco prima di entrare, ha denunciato il rischio di un «risultato eversivo sulla volontà popolare» attraverso i tentativi della magistratura di condannarlo. «Questi fatti – ha commentato il premier – sono pura invenzione. La procura di Milano – ha aggiunto – già per 24 volte mi ha portato a processo con delle accuse poi dichiarate infondate». Secondo il premier sarebbe stato sufficiente che fosse andato «a segno» uno solo «di questi colpi» perché venisse eliminato dalla scena politica. Il capo dell’Esecutivo ha, poi, lamentato come, ancora una volta, sia stato costretto a lasciare la Capitale e a non potersi dedicare al Paese per presenziare ad uno dei suoi processi. «Non voglio in questa occasione stigmatizzare questo fatto – ha detto – però è certamente qualcosa che non va nella direzione giusta per una democrazia, il fatto di avere il proprio responsabile di governo che passa ore in tribunale mentre ci sono tutti questi accadimenti internazionali importanti e c’è una situazione internazionale che richiederebbe la sua, cioè la mia, presenza nel paese».

CLICCA > QUI SOTTO PER IL VIDEO DI BERLUSCONI FUORI DAL TRIBUNALE

Il presidente del Consiglio ha anche commentato al notizia dell’uccisione di Bin Laden, definendola «un grande risultato nella lotta contro il male». Poi, ha aggiunto: «non bisogna abbassare la guardia, c’è il rischio di reazioni. Tutte le democrazie dovranno collaborare come hanno fatto. Sono dieci anni che il mondo aspetta. Una uccisione è sempre una uccisione ma pensando al 2001 tutti guardavano con speranza a questo evento». Berlusconi è arrivato in tribunale assieme ai suoi legali, Niccolò Ghedini e Piero Longo. Nell’ambito del processo Mediatrade, uno dei filoni di inchiesta su presunte irregolarità nella compravendita dei diritti tv del gruppo Mediaset, è accusato di appropriazione indebita e frode fiscale. 

 

CLICCA > QUI SOTTO PER IL VIDEO DI BERLUSCONI FUORI DAL TRIBUNALE



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori