TERREMOTO BAGNO DI ROMAGNA/ Scossa di 2.9 gradi in Emilia-Romagna

- La Redazione

Ennesima scossa di terremoto in Emilia-Romagna, con epicentro a Bagno di Romagna. Si tratta di uno sciame sismico che sta interessando la zona da almeno due giorni

SismografoR400
Immagine d'archivio

L’epicentro e la magnitudo del terremoto – Ancora una scossa di terremoto, alle ore 12.41, in provincia di Forlì. Epicentro ancora tra Bagno di Romagna e Verghereto. E’ l’ultima di una lunga serie di scosse che da un paio di giorni interessa la provincia di Forlì-Cesena, con scosse che hanno raggiunto anche i 3.3 gradi registrate a Montefeltro. L’ultima scossa di oggi è stata registrata a una profondità di 7.1 chilometri. Un vero sciame sismico, che permette con il rilascio di molte scosse quello che altrimenti concentrata in una sola scossa sarebbe un evento sismico di capacità devastante. Ieri gli abitanti di Forlì e di altri comuni erano scesi in strada spaventati, moltissime le telefonate ai vigili del fuoco e ai carabinieri. Una scossa è stata avvertita anche a Firenze. Ieri notte una scossa di 3.1 gradi aveva fatto scendere in strada molte persone spaventate. La scossa era stata registrata a una profondità di soli 3,6 chilometri. I responsabili della protezione civile non registrano alcun danno a persone o a edifici.

Come riporta l’Ingv, «I valori delle coordinate ipocentrali e della magnitudo rappresentano la migliore stima con i dati a disposizione. Eventuali nuovi dati o analisi potrebbero far variare le stime attuali della localizzazione e della magnitudo». In ogni caso, «sebbene tutti i parametri forniti siano stati rivisti da analisti sismologi – comunica ancora l’istituto -, nessuna garanzia implicita o esplicita è fornita. Ogni rischio derivante da un uso improprio dei parametri o dall’utilizzo delle informazioni innaccurate è assunto dall’utente».



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori