OMICIDIO SARAH SCAZZI/ Video, arrestata Cosima Misseri, madre di Sabrina

- La Redazione

Arrestata Cosima Misseri, madre di Sabrina e moglie di Michele. L’omicidio di Sarah Scazzi sarebeb stato ideato dalle due donne che poi avrebbero ordinato all’uomo di far sparire il corpo

cosimamisseri_R400
Foto Imagoeconomica

Clamoroso colpo di scena nelle indagini per la morte di Sarah Scazzi. Dopo l’avviso di garanzia, ieri è stata arrestata Cosima Misseri, madre di Sabrina Misseri e moglie di Michele. A parte la seconda figlia Valentina, tuta lafamiglia Misseri è adesso dietro le sbarre. Durissime le accuse nei suoi confronti: avrebbe partecipato all’omicidio della nipote Sarah, lei e la figlia Sabrina hanno pianificato e organizzato il tutto. Michele Misseri sarebbe stato solo il braccio operativo dell’orribile crimine ideato dalle due donne. Cosima Misseri era iscritta nel registro degli indagati della procura di Taranto per concorso in sequestro di persona, omicidio e soppressione del cadavere di Sarah. Ieri sera poi l’arresto. Quando Cosima è stata portata via dalla sua abitazione di Avetrana, dove ormai era rimasta a vivere da sola da mesi (l’altra figlia Valentina è residente a Roma) una folla di persone, soprattutto donne, si era radunata lì fuori. Quando è uscita, urla nei suoi confronti: “Assassina!”, poi quando la macchina dei carabinieri si è allontanata , un applauso nei confronti delle forze dell’ordine. Finalmente sarà fatta luce e giustizia su questo caso che tormenta Avetrana ormai da molti mesi? E quali sono le prove secondo le quali gli inquirenti sono arrivati all’arresto della donna? C’è da ricordare infatti che il teorema dell’accusa che sostiene da tempo che la famiglia Misseri sia l’artefice dell’omicidio di Sarah Scazzi è stato recentemente smontato pezzo per pezzo dalla Cassazione che lo ha definito inattendibile. Ma l’accusa continua per la sua strada, anzi cerca strade alternative per arrivare a provare che si tratta di un delitto familiare. Ecco perché ieri è scattato l’arresto di Cosima. Un nuovo rapporto dei Ros, dopo indagini scientifiche, dimostrerebbe che il cellulare di Cosima si trovava nel garage del alloro abitazione il pomeriggio del 26 agosto, giorno della morte di Sarah, esattamente alle ore 15,25. Si tratta di una ipotesi, in quanto i telefonini delle donne della famiglia Misseri non sono dotati di dispositivo satellitare Gps, per cui è molto difficile rilevare le alloro esatta collocazione, ma secondo i Ros i segnali dei telefonini nel garage sono stati ritrasmessi da una cella Gsm che non viene invece captata quando i telefonini si trovano sula strada o nella veranda di casa Misseri.

Secondo i Ros, Sarah sarebbe stata uccisa in casa Misseri, quindi a Michele è stato dato l’ordine di sbarazzarsi del cadavere. Tracce biologiche sono poi state ritrovate dai Ris di Roma su un manometro e un compressore che si trovavano nel garage. Il prossimo 8 giugno infine verrà fatto l’esame comparativo dei due dna isolati sul cellulare di Sarah, uno maschile e uno femminile, che non appartengono né a Michele né a Sabrina. L’esame verrà fatto con i dina prelevati  Cosima, Ivano, Carmine e Cosimino. Cosima Misseri intanto continua a protestassi innocente.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori