HUGO CAMPAGNARO/ Il difensore del Napoli sarà indagato per omicidio colposo. “Era ubriaco”

- La Redazione

Hugo Campagnaro, secondo il pubblico ministero Walter Guzman, al momento dell’incidente avvenuto in Argentina in cui sono morte tre persone, sarebbe stato ubriaco.

Campagnaro_Napoli_R400
Campaganro, foto Ansa

Hugo Campagnaro, secondo il pubblico ministero Walter Guzman, al momento dell’incidente avvenuto in Argentina in cui sono morte tre persone, sarebbe stato ubriaco. Guzman ha spiegato che ci sarà una denuncia per “omicidio colposo”. Alcuni testimoni avrebbero rivelato di aver visto il difensore del Napoli in una stazione di servizio a pochi chilometri dall’incidente in stato di ubriachezza. Il 9 giugno, mentre si trovava al volante del suo Suv Toyota Hilux si era scontrato contro una Volkswagen Polo su una strada statale della provincia di Cordoba, a circa 800 chilometri da Buenos Aires, all’altezza della cittadina di Coronel Baigorria y Espinillo. In seguito all’impatto avevano perso la vita le due persone a bordo della Polo, una poliziotta (Soledad Andrea López, 33 anni) e una guardia carceraria (Héctor Escudero, 41 anni) e Alvaro Castelli, 25enne a bordo del Suv, tra i migliori amici del giocatore. La donna era morta sul colpo, gli altri due durante il trasporto all’ospedale.  Il calciatore e Federico Molina, il terzo passeggero del Suv, sono ricoverati presso l’ospedale di Rio Cuarto. 

 «Sta bene, ha risposto a tutte le domande, non c’è nulla di seriamente compromesso: ha solo un piccolo problema al bacino, che si può risolvere di fatto da solo con un pò di tempo», aveva spiegato Margarita Campagnaro, la madre del giocatore.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori