BARI/ Tragedia in mare: nonno muore per salvare i nipotini tra le onde

- La Redazione

Un uomo di 64 anni è deceduto stamattina a Cozze (frazione di Mola di Bari), in provincia di Bari, nel tentativo di mettere in salvo i suoi due nipoti dodicenni

spiaggiaR375_12set08
Foto Fotolia

Tragedia al mare in Puglia. Un uomo di 64 anni è infatti deceduto stamattina a Cozze (frazione di Mola di Bari), in provincia di Bari, nel tentativo di mettere in salvo i suoi due nipoti dodicenni. Antonio Amodio, che era nato a Conversano, città in provincia del capoluogo pugliese, e viveva però in Francia, ha notato che i suoi nipoti (due gemelli) avevano delle difficoltà a ritornare a riva a causa del mare molto mosso. Per questo si è subito buttato in acqua insieme al padre dei bambini per soccorrerli.

Sono intervenuti anche i bagnini del complesso turistico in cui si trovavano e i ragazzi hanno così guadagnato la riva. L’uomo, però, si è accasciato su uno scoglio e ha perso i sensi. Ci sono stati dei tentativi di rianimarlo, ma ormai era troppo tardi. Sul posto sono intervenuti Carabinieri e Guardia Costiera. All’origine del decesso è molto probabile che ci sia stato un malore dovuto forse allo sforzo, oltre che allo spavento nel vedere in pericolo i due nipoti. Oggi su gran parte delle regioni adriatiche spirano forti venti di Tramontana, che nei pressi del capoluogo pugliese superano i 40 km/h.

Queste condizioni meteorologiche sono alla base del mare agitato e delle onde forti che hanno messo in difficoltà sia Antonio Amodio che i suoi nipotini. Una situazione che andrà migliorando nei prossimi giorni, in particolare a partire da venerdì.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori