PAPA/ Dopo l’Angelus, un pensiero rivolto ai giovani della GMG

- La Redazione

La Giornata Mondiale della Gioventù si apre il 16 agosto a Madrid e il Papa, ora a Castelgandolfo, raggiungerà la manifestazione il 18. Intanto invia un pensiero a tutti i giovani

benedetto_xvi_papa_salutaR400-4ott10
Benedetto XVI (Foto Imagoeconomica)

La Giornata Mondiale della Gioventù si apre il 16 agosto a Madrid e il Papa, ora a Castelgandolfo, raggiungerà la manifestazione il 18: “Oggi i nostri pensieri vanno ai giovani che si stanno radunando a Madrid per la Giornata mondiale della gioventù”, ha detto il Pontefice dopo aver recitato l’Angelus. Tantissimi giovani si stanno infatti muovendo in questi giorni verso la Spagna, soprattutto a Barcellona, Granada, Valencia e Pamplona, per i gemellaggi tra le diocesi. Durante l’Angelus, il Papa ha cominciato da un brano del Vangelo di Matteo, un dialogo tra Gesù e la donna cananea in cui Ratzinger ha detto che può sembrare “sconcertante il silenzio di Gesù, tanto che suscita l’intervento dei discepoli, ma non si tratta di insensibilità al dolore di quella donna. Sant’Agostino commenta: Cristo si mostrava indifferente verso di lei, non per rifiutarle misericordia ma per infiammarne il desiderio”. Il Papa ha poi spiegato che ogni giorno “il nostro cuore deve vivere l’esperienza della conversione, passare dall’uomo ripiegato su se stesso, all’uomo aperto all’azione di Dio, all’uomo spirituale che si lascia interpellare dalla Parola del Signore e apre la propria vita al suo Amore”.

Joseph Ratzinger ha infine auspicato che ogni uomo possa provare “l’esperienza della conversione, passare dall’uomo ripiegato su se stesso, all’uomo aperto all’azione di Dio, all’uomo spirituale che si lascia interpellare dalla Parola del Signore e apre la propria vita al suo Amore”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori