TERREMOTO CATANIA/ Scossa di magnitudo 3.4 in Sicilia, oggi, 1 gennaio

- La Redazione

Una scossa di terremoto di magnitudo 3,4 gradi della scala Richter è stata registrata questa notte alle ore 5 e 17 in provincia di Catania. Non si registrano danni a cose o persone

SismografoR400
Immagine d'archivio
Pubblicità

L’epicentro e la magnitudo del terremoto – Una scossa pari a 3.4 gradi della scala Richter è stata registrata questa notte 1 gennaio 2012alle ore 5 e 17  in provincia di Catania in Sicilia. Secondo i rilevamenti dell’Istituto nazionale di geofisica eì vulcanologia (Ingv), il sisma ha avuto ipocentro a 24 chilometri  di profondità. La scossa fortunatamente non ha determinato danni a edifici o persone, ma è stata rilevata da più persone. Una notte di capodanno dunque con allerta per le popolazioni della zona: il rilevamento sismico è stato registrato nel distretto sismico dei Monti Nebrodi, uno di quelli a più alta concentrazione sismica del Paese e della Sicilia. Si tratta comunque di un normale effetto provocato da sciami sismici che continuamente interessano la zona e che creano qualche allarme in un popolazione comunque abituata a questi effetti. Due gironi fa, il 30 dicembre, sul monte Etna era stata rilevata una scossa di magnitudo due gradi della scala Richter. L’epicentro della scossa è stato rilevato alle coordinate 37.88°N, 14.87°E  (corrisponde a una zona compresa nelle vicinanze àdei comuni di Bronte, Maletto, Randazzo e Maniace) e a una profondità piuttosto elevata, cosa che ha diminuito l’effetto dell’evento sismico, esattamente 24 chilometri.  Il terremoto è stato localizzato con i dati di 19 stazioni della Rete Sismica Nazionale dell’INGV (quadrati). La localizzazione epicentrale riportata nella figura e’ quella rivista dagli operatori della Sala Sismica dell’INGV e comunicata al Dipartimento di Protezione Civile subito dopo l’evento. I dati relativi a ogni terremoto rilevato dalla rete INGV vengono rivisti successivamente da personale specializzato prima di essere inseriti nel Bollettino della sismicita’ italiana. I valori delle coordinate ipocentrali e della magnitudo rappresentano la migliore stima con i dati a disposizione. Eventuali nuovi dati o analisi potrebbero far variare le stime attuali della localizzazione e della magnitudo. Effetti della scossa sono stati rilevati anche in provincia di Messina.
Comuni entro i 10 chilometri, BRONTE (CT), MALETTO (CT), RANDAZZO (CT), MANIACE (CT)

Comuni tra 10 e 20 chilometri

CESARO’ (ME)
FLORESTA (ME)
GALATI MAMERTINO (ME)
LONGI (ME)
MALVAGNA (ME)
MOIO ALCANTARA (ME)
RACCUJA (ME)
ROCCELLA VALDEMONE (ME)
SAN PIERO PATTI (ME)
SANTA DOMENICA VITTORIA (ME)
SAN TEODORO (ME)
TORTORICI (ME)
UCRIA (ME)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità

I commenti dei lettori