ITINERARIO/ Le Rosse, il primo “salumi-bar” di quartiere che ingolosisce Milano

- La Redazione

MARCO GATTI ci svela una serie di nuovi indirizzi a tutta gola, che rappresentano una delle novità più interessanti della nuova edizione della GuidaCriticaGolosa. Vediamo quali sono.

g_g_r439
Maria Marinoni e il panificio Giusto Gusto

In principio era solo bar–caffetteria. Oggi è anche bar à vin, salumi–bar, cheese–bar, fish–bar. Vi sveliamo una serie di nuovi indirizzi a tutta gola, che rappresentano una delle novità più interessanti della nuova edizione della nostra GuidaCriticaGolosa. Sono locali d’invenzione di imprenditori geniali, perlopiù giovani, che, reinventando la bottega di quartiere, l’hanno resa fruibile da pubblici di tutte le età, offrendo la possibilità di gustare in loco, in modo informale, i loro prodotti. Detto che alcuni di loro saranno presenti a Golosaria a Milano, dal 17 al 19 novembre, se siete in centro di Milano, fate sosta a Le Rosse (corso Garibaldi, 79 – tel. 0292870416). Due dei tre titolari, Paolo e Alessandra, vi diciamo solo che di cognome fanno Citterio… Con il loro socio, Sergio, hanno aperto il primo “Salumi-bar”.

Di fronte alle due splendide affettatrici Berkel, accomodati nelle belle salette, scelta tra molteplici tipologie di prosciutti, con crudo (toscano, di sauris, di cinta senese, san daniele 20 mesi, parma 24 mesi, oltre al sommo di nero casertano), cotto (di suino pesante, cotto arrosto o di praga), culatello di Zibello 24 mesi, coppa piacentina, strologhino o felino. Se amate il formaggio, invece, la vostra meta non potrà non essere che la Baita del Formaggio (via Foppa, ), dove il vulcanico Roberto Rusconi ha affiancato al suo formidabile negozio il primo Cheese Bar italiano, in cui, oltre ad acquistare, si possono gustare in loco le 400 tipologie di formaggio differenti della sua selezione.

Sempre a Milano, ha rivoluzionato il modo di intendere l’offerta del pane, il panificio Maria Marinoni – Giusto Gusto (via Broletto, 43 – angolo via Cusani – tel. 0272001998), con il prodotto simbolo della nostra civiltà che ora conquista anche i giovani. Ed è interessante il fish–bar Spadari (via Spadari, 4 – tel. 02878250), la pescheria dove è possibile gustare pesce crudo d’eccellenza e sashimi. 

Fuori Milano? A Bellinzago Lombardo, il “re” dei macellai italiani, Sergio Motta (strada Padana Superiore, 90 – tel. 0295784123), alla sua macelleria, ha affiancato una tavola somma dove la sua carne è celebrata in modo formidabile. E a Caravaggio, a due passi dal celeberrimo Santuario, e alle spalle del meno noto ma splendido Duomo, nel cuore del paese, merita la visita il Petit cafè (via Roma, 8 – tel. 0363354780), autentico “Bar a vin”, con Alessio e Bibiana, i titolari, che dalla tarda mattinata a notte fonda propone il vino in tutti i modi: a bicchiere, in abbinamento a salumi e formaggi d’eccellenza (con vere chicche, una per tutte il Bettelmatt), piuttosto che con qualche piatto (su prenotazione).

Con un gran numero di giovani, che, strappati alla cultura dell’happy hour, qui sono stati conquistati alla cultura del bere bene, e moderato, vinoso. Cosa colpisce di questa nuova tendenza? La voglia di non cedere alla logica depressiva della crisi, la volontà di non arrendersi. E il successo che accompagna queste avventure imprenditoriali dice che la scelta della qualità premia sempre.

 

(Marco Gatti)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori