SANTO DEL GIORNO/ Oggi, 9 maggio, è San Gregorio Nazianzeno

- La Redazione

ll 9 maggio è San Gregorio Nazianzeno vescovo. Gregorio, monaco benedettino e abate nel Monastero dei Santissimi Cosma e Damiano a Roma, venne proclamato cardinale nel 1033

tutti_santiR400
Tutti i santi

Ll 9 maggio la Chiesa Cattolica celebra San Gregorio vescovo. Gregorio, monaco benedettino e abate nel Monastero dei Santissimi Cosma e Damiano a Roma, venne proclamato cardinale e vescovo di Ostia nel 1033 da Papa Benedetto IX. Da quanto ci è dato sapere da antichi testi, Gregorio, già vescovo, venne poi mandato dal Papa in Spagna, nella regione della Navarra. In quella zona, particolarmente infestata da insetti nocivi, egli concesse diversi miracoli, in modo particolare per la protezione dei raccolti dei campi, che erano soggetti a subire le disastrose invasioni delle terribili locuste. La sua morte, il 9 maggio, avvenne a Longrono, nel 1048; egli venne in seguito proclamato Santo per i numerosi miracoli avvenuti per sua intercessione. La sua vita venne riportata (scritta in latino) dall’abate Gaetano, Costantino (1560-1650) e rappresenta una preziosa testimonianza. L’Ordine dei Benedettini, il 9 maggio ricorda ogni anno San Gregorio vescovo. In questo giorno viene ricordato un importante fatto, in quanto il 9 maggio 1950 nacque la Comunità dell’Europa e questo accadde quando il Ministro francese Schuman, decise di presentare la dichiarazione che creò le basi per integrare gli Stati europei con l’impegno di mantenere relazioni di pace. Questo fu fatto per prevenire eventuali motivazioni politiche e militari che furono in effetti quelle che causarono la disastrosa seconda Guerra Mondiale. La ricorrenza del 9 maggio quindi è in particolare un momento in cui riflettere sul futuro ricordando sempre quello che è stato il passato. Questa giornata è dunque considerata un simbolo europeo che vuole identificare l’entità politica dell’ Europa unita e vuole essere l’occasione per organizzare attività mirate ad avvicinare i Paesi europei invitando i popoli ad essere solidali fra loro. Per commemorare questa importante data, in tutte le grandi città europee vengono organizzati numerosi ed interessanti eventi. In Italia, ad esempio, a Roma, con il Festival dedicato all’Europa, dal 3 al 19 maggio , vengono organizzati diversi concerti, spettacoli e non mancheranno interessanti mostre. Perugia invece ha esteso l’invito alle rappresentanze di alcune città con il titolo di Capitali europee della cultura e sono Guimarães, Kosi, Riga, Umea e Sofia. Nel corso della mattinata, si svolgerà un incontro con gli studenti delle scuole superiori di Perugia sulle differenti culture europee. 

Nel pomeriggio verrà invece presentata in anteprima assoluta mondiale, “Temps Bleu”, l’opera di Dhomont, che avrà luogo presso l’ auditorium del Conservatorio Morlacchi. In questo giorno festeggiano il loro anniversario importanti personaggi come: Francesco Maestrini, il regista fiorentino nato nel 1965 il cui il suo esordio si svolge nel 1993 a Tokyo, con la regia de ‘il Barbiere di Siviglia, presso la fondazione della ‘Japan Opera’. Francesco De Rosa, giornalista e scrittore nato a Sant’Anastasia nel 1968 che, tra le sue varie attività, ha fondato nel ’99 l’agenzia editoriale dal nome ‘Neomedioitalia’. Andrea Battistini, critico letterario italiano nato a Bologna nel 1947 la cui grande passione è da sempre l’approfondito studio sugli avvenimenti del ‘600 ed in particolare quelli su Galileo Galilei e Gian Battista Vico. Alan Bennet, scrittore inglese nato nel 1934 nello Yorkshire; ricercatore, esperto in storia medievale e drammaturgo. Nel 2004, è stato vincitore del premio Tony Award con la commedia The History Boys.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori