VERSO IL CONCLAVE/ Il cardinal Mahony: sugli abusi sessuali ho sbagliato

- La Redazione

Il cardinal Mahony, ex arcivescovo di Los Angeles, accusato di aver coperto dei casi di abusi, ammette di aver interpretato il lagello, esclusivamente secondo le categorie della Chiesa.

chiesa_cardinali2013
Infophoto

Il cardinale Roger Mahony, ex arcivescovo di Los Angeles, accusato di aver coperto dei casi di abusi sessuali, ammette le proprie colpe. E, intervistato da Il Corriere della Sera, spiega che lui e molti altri vedevano «questo flagello», esclusivamente secondo le categorie della Chiesa. Ovvero, come un peccato e una debolezza morale. Mahony ha sostenuto che, effettivamente, si tratta di entrambe le cose. Ma che sarebbe stato necessario adoperarsi e non contemplare esclusivamente le dimensione morale della questione, per impedire, in futuro, episodi analoghi. Il cardinale ha anche spiegato che, dal momento in cui si è reso conto di come stavano le cose, ha fatto di tutto per porre rimedio ai crimini commessi. «Non avevo capito la vera natura del problema – ha aggiunto – è che coloro che commettono abusi continuano a perpetrare i loro crimini. Queste cose non erano ben comprese allora come lo sono oggi». Il cardinale si è anche detto convinto del fatto che è giusto che il mondo venga a conoscenza dello scandalo pedofilia all’interno della Chiesa, e si è detto rammaricato del fatto che siano state chieste le sue dimissioni dal Conclave come se in vent’anni non avesse fatto nulla per risolvere il problema degli abusi, come rinforzare le procedure esistenti, assumere alcuni ex agenti del Fbi o stabilire l’obbligo per tutti i lavoratori della diocesi a contatto con dei minori di subire un ‘background check'”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori