FUMO/ Aduc: 80mila morti all’anno per le sigarette. Ecco come smettere

- La Redazione

Nuovo monito sui danni provocati dal fumo arriva dall’Aduc: ogni anno il fumo uccide 80mila persone. L’associazione suggerisce di consultare il proprio medico per trovare metodi alternativi

sigarettaelettronica-R439
Foto: InfoPhoto

Il tabacco miete 80mila vittime ogni anno. Che il fumo nuoca gravemente alla salute non lo scopriamo oggi, ma l’Aduc (Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori), attraverso un comunicato stampa, lo ribadisce con forza. Fumare provoca infatti tumori multipli, malattie cardiache, ictus, complicazioni della gravidanza, broncopneumopatia cronica ostruttiva, e molte altre malattie che, in media, abbreviano la durata della vita di un fumatore di 14 anni.

“Si pone, quindi, il problema di limitare i danni da fumo con terapie “sostitutive” che non provochino sindromi da astinenza” si legge nella nota. “Cerotti, gomme e le sigarette elettroniche alla nicotina sono i prodotti utilizzati per indurre i fumatori a diminuire la quantità di nicotina inalata”. Il dibattito, anche in Italia, sui metodi alternativi per smettere è aperto.

“Certo, la soluzione ottimale – continua Aduc – sarebbe quella di non accendere più una sigaretta e non ricorrere ad altre soluzioni, ma ogni popolo, ogni civiltà, ha le sue droghe. Sarebbe opportuno, comunque, che i consumatori di tabacco consultassero il proprio medico per individuare il metodo più appropriato, il percorso più adatto per togliersi il “vizio””.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori