PRESEPE VIETATO/ Salvini: è questo il modello di scuola che dovrebbe educare i nostri figli?

- La Redazione

In una scuola d Bergamo il preside ha vietato il presepe perché sarebbe discriminante per chi non è di fede cristana. La protesta del segretario della Lega Matteo Salvini

presepe_tradizionale
Immagine di archivio

Sulla polemica per il divieto da parte del preside dell’istituto De Amicis di Bergamo di fare il presepe in scuola (per non discriminare chi è fedele di altre religioni) è intervenuto il segretario della Lega Nord Matteo Salvini. Con un post su twitter ha commentato: è questo il modello di scuola che dovrebbe educare i nostri figli? Luciano Mastrorocco, preside dell’istituto, parlando con il Corriere di Bergamo, ha spiegato che la scuola pubblica è di tutti e non bisogna creare occasioni di discriminazione: “In classe ognuno può portare un contributo, ma accendere un focus cerimoniale e rituale può risultare soverchiante per qualcuno, che potrebbe subire ciò che non gli appartiene. Non sono l’anticristo, ma questo è l’orientamento che ho dato all’istituto da otto anni, quando sono arrivato qui. È stato un modo per rispettare tutti”. Nella scuola in questione i non cristiani sono circa il 30% degli studenti.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori