BOSS EVASO/ Domenico Cutrì in fuga, fermate tre persone

- La Redazione

Tre persone sono state fermate e interrogate dai carabinieri di Gallarate perché sospettate di aver in qualche modo partecipato alla fuga di Domenico Cutrì. I dettagli.

infophoto_auto_polizia_R439-1
Immagine di archivio

Tre persone sono state fermate e interrogate dai carabinieri di Gallarate perché sospettate di aver in qualche modo partecipato alla fuga di Domenico Cutrì, l’ergastolano di cui si sono perse le tracce dopo l’evasione avvenuta il 3 febbraio scorso. Uno degli arrestati potrebbe anche essere un membro del commando che lunedì ha preso d’assalto il furgone della polizia penitenziaria liberando Cutrì, mentre gli altri due sarebbero gregari e basisti che avrebbero preso parte al piano criminale, prima e dopo la fuga. I tre uomini, pregiudicati residenti nella zona dell’hinterland milanese, sono stati portati alla caserma di Gallarate per essere interrogati. Nonostante abbiano respinto ogni accusa, nei loro confronti i carabinieri avrebbero già raccolto “gravi elementi di colpevolezza” anche attraverso intercettazioni ambientali e telefoniche. Prosegue intanto la caccia a Domenico Cutrì che, secondo gli investigatori, non si sarebbe allontanato molto e si starebbe nascondendo nel milanese in attesa di riuscire a tornare in Calabria.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori