ISLAM/ Mestre: piscina vietata agli uomini per far nuotare le donne musulmane

- La Redazione

Si inaugura in una piscina di Mestre un esperimento rivolte alle donne musulmane. Sarà vietato l’ingresso agli uomini due ore alla domenica mattina, ecco di cosa si tratta

islam_donne_moscheaR400
Immagine di archivio

Iniziativa che potrebbe suscitare polemiche quella intrapresa dai responsabili della piscina della Bissuola a Mestre. Alla domenica mattina partendo dalla prossima e per altre due domeniche successive, dalle ore 9 alle 10 e 30 l’impianto non sarà accessibile agli uomini a cui sarà vietato l’ingresso. Il motivo? In quell’orario potranno entrare solo donne. L’iniziativa è rivolta alle donne di fede musulmana, per promuovere, dicono, un incontro fra culture diverse, infatti insieme a loro potranno entrare anche donne non islamiche. Come si sa l’islam proibisce anche in moschea che uomini e donne si mischino tra di loro e il corpo delle donne non deve mai essere visto neanche al mare dove non è raro ultimamente vedere giovani musulmane fare il bagno completamente coperte dalla testa ai piedi. Quello di Mestre è dunque un esperimento in collaborazione con l’unione italiana sport per tutti. Neanche i loro mariti o fratelli potranno entrare in piscina con loro, solo donne e figli, i maschi fino ai 7 anni e le femmine fino ai 12. In realtà una idea del genere è già stata applicata a Torino sembra con successo.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori