CADAVERE IN CASA/ Tengono il padre morto da un mese con loro, le figlie in mezzo al degrado

- La Redazione

Avevano deciso di tenere il cadavere del padre morto ormai da un mese in casa per vegliarlo: due sorelle trovate nel degrado più assoluto. Ecco cosa è successo nel Salento

ambulanzaR439
Immagine di archivio

Vermi e insetti popolavano ormai la casa e per non farli uscire e farsi scoprire, avevano coperto ogni fessura con dei sacchetti di plastica. Scena da film horror quella che i carabinieri hanno trovato in una abitazione del Salento. In un appartamento, dove l’aria era irrespirabile per il tanfo, un uomo morto era posto seduto su una seggiola con una coperta e mazzi di fiori intorno, nel centro della sala. Ovunque insetti e puzza insopportabile. Il cadavere era quello di un uomo di 88 anni morto ormai da un mese che le due figlie, con evidenti problemi psichici, avevano deciso di custodire e vegliare chissà fino a quando. Fortunatamente un nipote è riuscito a entrare in casa e ha scoperto tutto, facendo scattare la denuncia. La figlia più grande, 50 anni e problemi mentali, è stata sottoposta a trattamento sanitario obbligatorio, la sorella, 47 anni, è adesso in una casa di cura. Potrebbero essere accusate di occultamento di cadavere. 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori