SINDONE/ Il papa offre il viaggio a Torino ai senza fissa dimora

- La Redazione

Il papa ha offerto il viaggio a Torino a un gruppo di indegenti di una parrocchia romana in modo che possano fare il pellegrinaggio alla Sacra Sindone ecco di cosa si tratta

Sindone_OstensioneR439
Immagine di archivio

Un gruppo di pellegrini un po’ particolari, cinquanta in tutto, in arrivo oggi a Torino per visitare la Sindone. Si tratta di persone senza fissa dimora o malati appartenenti alla parrocchia di Santa Lucia a Roma il cui viaggio fino al capoluogo piemontese è stato pagato dal papa. Resteranno a dormire nei locali del Cottolengo e del Maria Adelaide e domattina si recheranno in visita alla Sacra Sindone, una visita che da soli non si sarebbero mai potuti permettere. Il parroco don Nicolai aveva organizzato un pellegrinaggio per i suoi parrocchiani ma quando il pontefice lo ha saputo ha voluto includere anche gli indigenti pagando le spese tramite il suo elemosiniere addetto alla carità: “Ha voluto donare un contributo per queste persone che vivono nella precarietà con la convinzione che, come la Sindone, essi rappresentano il Volto sofferente del Signore Gesù” ha detto.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori