SEPOLTA VIVA/ Ragazza incinta si risveglia nella tomba, ma è troppo tardi

- La Redazione

Si risveglia nella tomba ma quando la tirano fuori è troppo tardi e viene dichiarata morta per la secodna volta, la terribile avvenutra di una ragazza sudamericana

Cimitero_VisiteR439
Immagine di archivio

Scioccante disavventura, quella vissuta da una ragazza di 16 anni dell’Honduras, Neysi Perez, ritenuta morta, sepolta, poi risvegliatasi nella tomba e quindi morta questa volta davvero. La giovane, sposata da poco e incinta di tre mesi, ha sofferto un attacco cardiaco forse dovuto allo spavento per un colpo di arma da fuoco udito nella notte. Dopo essere caduta senza conoscenza, ha cominciato a schiumare dalla bocca tanto che i parenti hanno chiamato un sacerdote per chiedergli di fare un esorcismo. Portata in ospedale, è stata dichiarata morta dai medici tre ore dopo il ricovero. La famiglia allora ha provveduto al funerale, facendola seppellire, ma quando il giorno dopo il marito si è recato al cimitero a visitare la tomba, ha sentito dei colpi provenire dall’interno e delle urla soffocate. Con l’aiuto dei familiari ha cercato disperatamente di aprire la tomba per estrarre la ragazza, ma una volta aperta Neysi non dava segni di vita e nonostante un nuovo ricovero è stata dichiarata morta per la seconda volta. Un’illusione del marito? Secondo i parenti sulla lastra di vetro posta sulla bara ci sono evidenti segni di graffi provocati dalle mani della ragazza e anche il custode del cimitero ha detto di aver sentito colpi e urla, ma senza capire da dove provenivano.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori