SANT’ORESTE/ Santo del giorno, il 9 novembre si celebra sant’Oreste

- La Redazione

Sant’Oreste, è il santo che viene celebrato nella giornata di oggi, mercoledì 9 novembre 2016, dalla chiesa cattolica. Si sa ben poco sulla vita del santo, si narra una leggenda

croce_santo_r439
Immagine presa dal web

Il 9 novembre la chiesa cattolica festeggia sant’Oreste di Tiana. In realtà la celebrazione del santo negli ultimi anni è stata spostata al 10 novembre ma non sono poche le comunità di fedeli che hanno mantenuto la data originaria. In realtà, molto poco si sa di sant’Oreste. Nelle Sacre Scritture nulla si racconta di lui e della sua storia. La prima citazione che si incontra non riguarda direttamente il santo ma, piuttosto, un monastero a lui dedicato. Durante il Concilio di Nicea, infatti, al tavolo del concilio c’era sicuramente un monaco appartenente al monastero di Sant’Oreste in Cappadocia. Non si conosce il suo nome ma di certo si sa che fu uno dei più tenaci a portare avanti la lotta contro l’iconoclastia e i suoi seguaci. Evidente che il monastero di appartenenza non poteva che essere quello sul monte della Cappadocia dove da sempre si diceva fossero sepolti i resti di un monaco martire. Di lì a poco nasce la leggenda di sant’Oreste, probabilmente più influenzata dalla necessità di dare un volto a colui che era capace di infondere tanto fervore religioso nei suoi monaci che dalla vera attinenza storica. Secondo questa leggenda, sant’Oreste fu monaco e sfruttò proprio la sua professione per creare proselitismo. Infatti, gli infermi e i malati, oltre a necessitare di cure fisiche, vogliono soprattutto conforto spirituale e sant’Oreste, proprio dando questo conforto, riesce a convertire molte persone. Per questo motivo, non viene visto con troppa benevolenza da parte dei notabili della città che decidono di incriminarlo per la sua fede cristiana. Sant’Oreste non nega e per questo viene condannato a morte, inchiodato, straziato nelle carni e poi gettato in un fiume. Dal fiume, secondo la leggenda, una misteriosa figura bardata di un candido mantello bianco trae il corpo e lo porta in Cappadocia, proprio sul monte Tiana. In segno di devozione, sul luogo delle spoglie viene edificato un monastero dove i seguaci di sant’Oreste hanno potuto, nel corso dei secoli, seguire la vera fede e operare nel nome di Cristo. 

Sono molte le chiese che sono state dedicate a sant’Oreste perché, nonostante la storia incerta, è un santo molto amato nella storia della chiesta cattolica. Sicuramente in Cappadocia il culto di sant’Oreste è molto sentito ma anche in Italia è apprezzato e considerato un santo protettore e degno di importanza e devozione. In particolare, a sant’Oreste è dedicato l’omonima località, con la relativa chiesa, che si trova in provincia di Roma. 

Oltre a sant’Oreste, nello stesso giorno del 9 novembre sono tanti i santi e i beati celebrati dalla Chiesa cattolica. Fra questi abbiamo Sant’ Agrippino di Napoli, San Giorgio, San Vitone di Verdun, Beata Giovanna di Signa, Beato Ludovico Morbioli e Sant’Orsino.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori