SAN LIBERATO/ Santo del giorno, il 20 dicembre si celebra san Liberato

San Liberato è il santo che viene celebrato nella giornata di oggi, martedì 20 dicembre 2016, dalla chiesa cattolica. Sul suo conto non ci sono tante rilevanze storiche, la sua storia

19.12.2016 - La Redazione
croce_gesu_r439
Immagine presa dal web

Nel martirologio romano relativo alla Chiesa Cattolica Cristiana, il giorno del 20 dicembre si festeggia e si ricorda anche la figura di san Liberato conosciuto anche con il nome di San Liberale. Secondo la tradizione si tratta di un martire cristiano vissuto nei primi secoli dopo Cristo che si era convertito dal paganesimo alla religione cristiana nonostante avesse un ruolo piuttosto importante nell’Impero Romano essendo un console. Sul conto di san Liberato non ci sono tante rilevanze storiche tant’è che in alcune diciture viene riportato con l’aggiunto di In Oriente. In realtà sembra che san Liberato non sia vissuto nella parte Orientale dell’Impero bensì nacque, visse e morì a Roma. Non si conosce tantissimo sulla propria esistenza ma sembra che il suo corpo sia stato sepolto nel cimitero di Via Salaria Vecchia. Va ricordato come negli scritti del VII secolo Dopo Cristo, conosciuti con il nome di Itinerari, si racconta che i pellegrini di fede cristiana erano soliti visitare alcune basiliche e catacombe dove erano conservati i corpi di santi e martiri cristiani tra cui quello di san Liberato che secondo la tradizione si troverebbe nel sottosuolo della basilica dedicata al martire Giovanni. Stando ad alcuni documenti che sono stati tramandati di generazione in generazione, san Liberato faceva parte di una nobile e potente famiglia romana. San Liberato era un uomo politico di un certo spessore tant’è che venne proclamato console. Ad un certo punto della propria vita san Liberato conobbe da vicino la religione cristiana, sposandone a pieno la fede tant’è che si convertì rinunciando a tutti i benefici che aveva dal suo status di nobile ed abbandonando anche la carriera politica. Per questa sua conversione, fu fatto oggetto di persecuzione. San Liberato fu arrestato e condannato a morte. Stando ad alcuni studi storici effettuati in passato la condanna a morte di san Liberato è stata eseguita tra l’anno 269 e l’anno 270 sotto il regno di Claudio il Gotico. Alcuni anni più tardi, secondo la tradizione, un uomo conosciuto con il nome di Florio, fece costruire in onore di san Liberato un mausoleo tombale in cui venne inserita anche una scritta secondo la quale la tomba sia stata profanata e che lui l’aveva fatta restaurare. 

Il giorno del 20 dicembre di ogni oltre a san Liberato, la Chiesa Cattolica Romana nel proprio calendario commemora e festeggia san Zefirino, san Filigonio, sant’Ursicino, san Domenico, il beato Vincenzo Romano ed il beato Michael Piaszczynski.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori